Home Rubriche Stay in... Music After Clay, conosciamoli nella loro essenza Rock

After Clay, conosciamoli nella loro essenza Rock

1128

Ritorniamo con loro, gli After Clay, per poterli finalmente conoscere nella loro anima rock

Rock Musica After Clay
After Clay – LIVE

Puntiamo subito su quando la band si è creata, a questa domanda il gruppo, in piena sintonia, mi rispondono che gli After Clay  nascono con l’arrivo, nel 2010 della cantante Marialberta Lamberti, e in toto la band mi conferma che con la stabilizzazione della formazione, il modo di approcciarsi alla composizione delle canzoni è mutato, ricercando un sound che caratterizzi in modo univoco la band.

Mentre prestavo attenzione a ciò che mi dicevano, li apprezzavo sempre di più, sorprendendomi per la piena voglia di emergere e la sincerità nel mostrarlo e comunicarlo, e tutto ciò lo si può già ben evidenziare nella loro demo composta da 12 pezzi  a cui vi posterò il link per ascoltarli alla fine dell’articolo e che vi consiglio caldamente di gustarveli dall’inizio alla fine, ditemi poi quale brano vi ha maggiormente colpito indicandone il numero, ci conto sapere le vostre impressioni………

Rock Musica
After Clay

Continuando nell’intervista, la curiosità mi si è posta ovviamente sul nome del gruppo, a tale domanda meravigliato mi rispondono che After Clay, “Dopo l’Argilla” è inteso come l’istante in cui è nato l’uomo e a cui a tutto si è incominciato a dare un nome, a descrivere le emozioni in tutti i suoi aspetti.

A questo punto vi dico quale sound gli After Clay sono impregnati. La lora anima rock è di stampo settantiano, la linfa vitale che gli scorre nelle vene è di un groove Led Zeppeliniano, e lo si può evidenziare immediatamente dal tocco incessante e pieno del drummer Giuseppe De Felice, inoltre nell’ascoltare la loro demo, mi ha sopreso la linea di basso di Alessio Russo, possente in tutti i pezzi, che non è per nulla scontato ascoltarlo in una band. Virando sulla chitarra di Vincenzo Padovani, l’intreccio di note e riff, sono pieni e imprescindibilmente uno dei punti cardini della band, si percepisce come un meraviglioso velo che arricchisce tutto il sound della band, prepotente quando punta nel riff e preciso e arioso negli arpeggi anche nei pezzi piu “morbidi”.

E arriviamo alla cantante, Marialberta Lamberti, una voce calda che lega ogni brano della band, profonda come poche, arriva a toccare e far vibrare le corde dell’anima come solo il rock sà tremendamente fare. Sensuale e aggressiva, una voce che ti “punta” e ti trascina nel suo vortice, immergendoti nella sua energia, fino a lasciarti una carezza tra le sue note.

Beh, concludo qui, linkandovi come promesso la demo di 12 pezzi dal titolo:

“Breathe after jump”

E…….. VI ATTENDO per il loro nuovo album a gennaio…. grosse novità in serbo….. 😎

Stay in… Music

Villani Antonio

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteIntervista esclusiva a Marica Salinas
Articolo successivoMotoGP: Pedrosa come una tigre in Malesia
Antonio Villani
Nato con la musica da quando ero praticamente in fasce. Ringrazio infinitamente mio padre per quando ogni domenica "caricava" un LP di jazz, rythm and blues, swing, ed il mio orecchio incuriosito ascoltava quelle mille note e ritmi che si intersecavano tra loro. Non posso inoltre non menzionare il mio primo strumento musicale, regalatomi nel 1989, la splendida Yamaha PSS-390, mia vera delizia, al quale con i suoi sample e con il suo spettacolare equalizer mi divertivo spassionatamente a riprodurre un sacco di campionamenti e a mio modo... comporre diverse melodie e divertendomi come un matto a 5,6 anni, rompendo i timpani a mia madre. Beh che dire, la mia vena musicale ha avuto inizio e si è poi maturata verso il genere rock, da sempre la mia essenza, al quale faccio riferimento, con la sua forma base quale il blues-rock fino a poi ramificarsi in tutti i suoi sottogeneri, non solo blues. Ho sempre avuto un grande orecchio ed una passione innata, nell'ascoltare attentamente ogni sfumatura di un brano o di un album e cerco di poter offrire questa mia esperienza modellata su ormai infinite ore di ascolto di infiniti album, fino ad arrivare a forme di massima sperimentazione musicale, con l'obiettivo e la speranza di potervi consigliare qualsiasi disco nella maniera piu professionale possibile.