Home Rubriche Stay in... Music Nelson Mandela, la luce infinita della libertà

Nelson Mandela, la luce infinita della libertà

1150


Download PDF

La forza di un uomo, dell’essenza primaria dell’uomo, la libertà, impressa nei suoi occhi, nel suo sorriso, nella sua sofferenza, nel suo spirito, nella sua anima,  Nelson Mandela, un anima imprescindibilmente rock!

Nelson Mandela
Nelson Mandela

Nel suo combattere e lottare, come non possono non fare che i grandi spiriti guerrieri, lui Nelson Mandela, un’anima rock, immensa, infinita, era impossibile non far sentire la sua forza, il suo eco, il suo urlo di libertà! Ed ecco che il rock come un inno imprescindibilmente si è fatto portatore di questo urlo. Impresso nell’energia del rock è esploso e come pioggia bagnato ogni ascoltatore, ogni anima, ognuno di noi, imprimendo quell’unica essenza universale che è la libertà!

Nelson Mandela nella sua sofferenza, nella sua lotta, nella sua immanità nel trasmettere il DNA di rompere le catene della schiavitù fisica, mentale, spirituale dell’uomo il rock inevitabilmente ha fatto suo questa forza e come megafono lo ha urlato al mondo, all’uomo.

Madiba, ora ha dispiegato le ali, quelle ali di libertà che ha voluto far mostrare e ricordare all’uomo cosa è in realtà.

Band come U2 con il brano “Silver and Gold” o Peter Gabriel con la traccia “Biko” i Simple Minds con “Mandela day” continuerei all’infinito…..hanno intessuto e lanciato quel messaggio, quell’essenza in tutto il mondo.

Concludo, semplicemente “Grazie” con tutta la mia anima  “Grazie” per aver risvegliato ciò che noi Siamo.

– Vi posto un brano dei Queen “Say it’s not true”
Stay in… Music

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteMedici senza Frontiere: evento a Napoli
Articolo successivoIl Cardito ferma la Real Grumese sull’1-1
Antonio Villani
Nato con la musica da quando ero praticamente in fasce. Ringrazio infinitamente mio padre per quando ogni domenica "caricava" un LP di jazz, rythm and blues, swing, ed il mio orecchio incuriosito ascoltava quelle mille note e ritmi che si intersecavano tra loro. Non posso inoltre non menzionare il mio primo strumento musicale, regalatomi nel 1989, la splendida Yamaha PSS-390, mia vera delizia, al quale con i suoi sample e con il suo spettacolare equalizer mi divertivo spassionatamente a riprodurre un sacco di campionamenti e a mio modo... comporre diverse melodie e divertendomi come un matto a 5,6 anni, rompendo i timpani a mia madre. Beh che dire, la mia vena musicale ha avuto inizio e si è poi maturata verso il genere rock, da sempre la mia essenza, al quale faccio riferimento, con la sua forma base quale il blues-rock fino a poi ramificarsi in tutti i suoi sottogeneri, non solo blues. Ho sempre avuto un grande orecchio ed una passione innata, nell'ascoltare attentamente ogni sfumatura di un brano o di un album e cerco di poter offrire questa mia esperienza modellata su ormai infinite ore di ascolto di infiniti album, fino ad arrivare a forme di massima sperimentazione musicale, con l'obiettivo e la speranza di potervi consigliare qualsiasi disco nella maniera piu professionale possibile.