Lemmy Kilmister, born to lose, lived to win

Lemmy Kilmister, born to lose, lived to win

2042


Download PDF

Un ricordo del bassista dei Motorhead

Care anime Rock, non avrei mai voluto iniziare con un articolo del genere a pochi giorni dell’inizio di un nuovo anno, ma purtroppo seppur con molta difficoltà non posso esimermi dal lasciare una memoria per la scomparsa del leggendario bassista dei Motorhead Lemmy Kilmister.

Band Heavy metal

Si ha un senso di vuoto immane, lo si percepisce nello spirito e nell’anima, appena leggi quelle parole che “vigliaccamente” ti prendono in modo imprevedibile da dentro tanto da non volerci credere. Si è vero, tutti sapevamo che Lemmy non stava per nulla bene negli ultimi tempi, ma tutti  e dico tutti volevamo credere che lui, era immortale, che a settanta anni, dopo decenni di mille abusi  tra droghe, il suo amato whisky a inebriarsi tra i suoi incessanti tour con la sua band, i Motorhead, infinite sigarette fumate, un peacemaker che si portava appresso da anni e problemi di diabete, che nulla lo toccasse, che la morte lui stesso la stuzzicasse ma che ormai si era arresa alla sua immortale essenza vivente del rock, invece siamo qui a raccontare questa eterna leggenda che ha deciso di voler salutare questa terra.

Fino all’ultimo ha voluto vivere e far sentire il suo Rickenbacker su un palco ai suoi fan, l’undici dicembre è stato l’ultimo live a Berlino, era fermo sul suo basso per colpa di quei suoi malanni, ma il muro di suono del suo fedele Rickenbacker e la sua inconfondibile graffiante voce sono stati come sempre forti ed indelebili nell’anima di ognuno di noi e di coloro che l’hanno vissuto dal vivo il concerto. E solo per questo, Lemmy,  dobbiamo per l’ennesima volta ringraziarti signore brutale dell’heavy metal, ci hai accompagnato per decenni tra gli album dei Motorhead, tutt’ora risuona nella mia auto e nel mio stereo, l’album “Overkill” oppure il piu recente “Aftershock” per non parlare di “Ace of spades” un album di una potenza unica, che risuoneranno per l’eternità come tu puro spirito del rock sei stato una colonna portante e rivoluzionaria dell’heavy metal mondiale, fonte di ispirazione per centinaia di band, tanto per citarne una i Metallica.

Lemmy Kilmister band heavy metal

Come il sound dei Motorhead era duro e semplice, un muro compatto di heavy metal da farti vibrare tutta l’anima e il corpo fin nelle viscere piu profonde, concludo lasciandovi, come sempre amo fare in ogni articolo della rubrica con un video di un pezzo dei Motorhead, e vi lascio un consiglio che gli stessi membri rimanenti dei Motorhead hanno voluto esprimere nel comunicato di cordoglio verso la scomparsa di questa grande leggenda:

… “ascoltate i MOTÖRHEAD ad alto volume, gli HAWKWIND ad alto volume, la musica di Lemmy ad alto volume. Fatevi un drink o due e raccontate di lui. Celebrate la VITA di questo grande, fantastico uomo come lui stesso ha fatto. Avrebbe voluto esattamente questo.”

Concludo come ho iniziato, Lemmy Kilmister, born to lose, lived to win

Stay in… Music!!!

alla prossima

Print Friendly, PDF & Email
Antonio Villani

Autore Antonio Villani

Nato con la musica da quando ero praticamente in fasce. Ringrazio infinitamente mio padre per quando ogni domenica "caricava" un LP di jazz, rythm and blues, swing, ed il mio orecchio incuriosito ascoltava quelle mille note e ritmi che si intersecavano tra loro. Non posso inoltre non menzionare il mio primo strumento musicale, regalatomi nel 1989, la splendida Yamaha PSS-390, mia vera delizia, al quale con i suoi sample e con il suo spettacolare equalizer mi divertivo spassionatamente a riprodurre un sacco di campionamenti e a mio modo... comporre diverse melodie e divertendomi come un matto a 5,6 anni, rompendo i timpani a mia madre. Beh che dire, la mia vena musicale ha avuto inizio e si è poi maturata verso il genere rock, da sempre la mia essenza, al quale faccio riferimento, con la sua forma base quale il blues-rock fino a poi ramificarsi in tutti i suoi sottogeneri, non solo blues. Ho sempre avuto un grande orecchio ed una passione innata, nell'ascoltare attentamente ogni sfumatura di un brano o di un album e cerco di poter offrire questa mia esperienza modellata su ormai infinite ore di ascolto di infiniti album, fino ad arrivare a forme di massima sperimentazione musicale, con l'obiettivo e la speranza di potervi consigliare qualsiasi disco nella maniera piu professionale possibile.