Home Rubriche Tra Materia e Spirito Holly: invidia e gelosia – Floriterapia di Edward Bach

Holly: invidia e gelosia – Floriterapia di Edward Bach

675
Agrifoglio


Download PDF

Il male è che se c’è qualcosa di bello, qualcuno vuole che sia brutta. Il male è un bambino che piange perché ha paura di mostri che non ci sono.
Il male è non essere capaci di ballare e decidere di maledire chi balla invece di imparare a farlo.
Aldo Nove

Per coloro che a volte sono assaliti da pensieri come la gelosia, l’invidia, la vendetta, il sospetto; per le varie forme di vessazione.
In loro stessi possono soffrire molto e spesso, senza che ci sia una causa reale alla loro infelicità.
Edward Bach

Scheda Botanica:
Ilex aquifolium, Agrifoglio.
È un albero perenne, sempreverde, diffuso in boschi e siepi, che presenta bacche rosse e foglie giovani con spine aguzze. È una pianta che viene usata nel periodo natalizio ed è simbolo dell’amore universale.

Gli agrifogli vengono raccolti nel periodo di fioritura, tra aprile e maggio, e si usano i fiori maschili e femminili, cime dei rami e qualche fogliolina appena sbocciata.

Tipologia
Il tipo Holly ha delle caratteristiche molto importanti: è geloso, insoddisfatto, sprezzante verso gli altri, ha desiderio di vendetta, aggressivo ed irascibile.

Ma in realtà cosa si cela dietro una persona che possiamo definire in uno stato di Holly?

Nessuno nasce con emozioni distruttive, ma determinate esperienze, un particolare vissuto in ambito familiare, traumi subiti, possono far precipitare in questa tipologia.

Il tipo Holly è ipersensibile alle critiche, teme di non essere amato, non riesce a comprendersi e, di conseguenza, è incapace di relazionarsi positivamente con gli altri.

Ha bisogno di sentirsi al centro della vita di chi gli è accanto e, spesso, questo suo comportamento, allontana ancora di più le persone dalla sua sfera affettiva.

Vive criticando gli altri, invidiando i successi altrui, si proietta costantemente fuori di sé, senza rendersi conto che è importante ritrovare dentro di sé la strada della guarigione, usando amore, prima con se stessi e poi con gli altri.

Il suo cuore è indurito, non ha capacità di amare perché non si sente amato; spesso comunica in maniera violenta, il litigio è la sua dinamica quotidiana. Si sente perseguitato, non si fida degli altri, non perdona e non dimentica nessun torto subito. A volte il suo animo si incattivisce a tal punto da vessare le altre persone. Nessuno di noi è esente dal cadere in questo stato emotivo. Capita di essere stati traditi varie volte da un amico o da un partner, perché si insinui in noi il sospetto, la diffidenza e la durezza d’animo.

Cosa vuole insegnarci questo rimedio?

L’amore, la sperimentazione della tolleranza e della fiducia negli altri, il gioire dei successi di chi ci circonda. La comprensione che le emozioni distruttive fanno male non solo a sé, ma anche agli altri e che il loro protrarsi potrebbe isolare ancora di più chi le sente e farlo precipitare in una situazione di malattia, passando dal sintomo ad una sindrome più seria.

È importante iniziare a riconoscere quando arrivano pensieri di afflizione e chiedere aiuto a specialisti competenti, usare tecniche di meditazione, approcci olistici, per uscire da questa situazione pesante.

L’assunzione del rimedio e la consapevolezza del proprio sentire faranno riflettere sulla personale condizione emotiva per individuare la via migliore di liberazione.

I bambini possono trovarsi in uno stato Holly se si ingelosiscono per la nascita di un fratellino minore, se piangono quando i genitori si baciano,  sono invidiosi per il successo scolastico dei compagni o ancora se hanno attacchi di ira.

Il fiore ci insegna ad aprire il cuore all’amore e a riconoscere il valore nelle persone che ci circondano; ci invita a superare il nostro ego per ritrovare autostima e amore anche verso se stessi.

Posologia
È sufficiente versare due gocce di Holly dal rimedio naturale, in una boccetta con contagocce da 30 ml, aggiungere 2 cucchiaini di brandy e riempire con acqua minerale naturale.
Assumere 4 gocce, stillate sulla lingua, per 4 volte al giorno, lontano dai pasti.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Maria Filomena Cirillo

Maria Filomena Cirillo, nata a San Paolo del Brasile, vive in provincia di Napoli, dopo aver abitato per anni sul lago di Como. Il suo cammino spirituale è caratterizzato dalla ricerca continua dell'essenza di ciò che si è, attraverso lo studio della filosofia vedantica, le discipline orientali di meditazione e l'incontro con i Maestri che hanno "iniziato" il suo percorso. Tra Materia e Spirito. Giornalista pubblicista, laureata in Scienze Olistiche, Master Reiki, Consulente PNF, tecniche meditative e studi di discipline orientali. Conduttrice di training autogeno e studi di autostima e ricerca interiore. Aromaterapista ed esperta di massaggio aromaterapico.