Home Rubriche Tra Materia e Spirito Gentian: lo scoraggiamento – Floriterapia di Edward Bach

Gentian: lo scoraggiamento – Floriterapia di Edward Bach

765
Genziana


Download PDF

Lo scoramento è una tentazione. La tentazione di lasciarsi andare, di cedere alla fatica, al pericolo, di arrendersi. Ma vivere significa saper resistere allo scoramento provocato dalle sconfitte.
Francesco Alberoni

Quelli che si scoraggiano facilmente. Possono fare buoni progressi nella malattia o negli affari della vita quotidiana, ma qualsiasi lieve ritardo o il più piccolo ostacolo causano loro dubbi e subito li demoralizzano.
Edward Bach

Scheda Botanica:
Genziana, genzianella autunnale.
Questa pianta, alta dai 5 ai 25 cm, cresce nei prati di montagna, fiorisce tra agosto ed ottobre e presenta dei fiori a calice di colore blu porpora, la corolla è lunga due volte il calice.

In fitoterapia viene usata per le sue proprietà digestive, stimola l’appetito, attenua i crampi dello stomaco, antireumatica e cura la gotta.
Se le manca l’acqua appassisce presto e per riprendersi impiega tanto tempo.
Il suo sapore è amarognolo.

Tipologia:
Gentian è il rimedio per le persone che si sentono deluse, scoraggiate, che hanno perso fiducia in se stesse e nella vita. In questo stato d’animo ci si può trovare per fallimenti, lutti, separazioni, delusioni o aspettative irrealizzate o se si sta lottando per una lunga malattia, per cui ci si sente sfiniti, senza via d’uscita. Sono tutti motivi che possono portare ad uno stato di depressione.

Si può appartenere a questa tipologia fin da piccole; spesso un’educazione in cui i genitori non hanno mai incoraggiato e rinforzato i figli, o li hanno criticati eccessivamente, può portare ad una totale sfiducia nelle proprie capacità di realizzazione.
Il tipo Gentian non tenta nulla, appena gli si presenta un’opportunità, in qualsiasi ambito di vita, il suo primo pensiero è: “non è possibile, non ce la farò”.

È il rimedio per chi è bloccato, demoralizzato e pessimista e usa il suo scoraggiamento anche verso gli altri, cercando tesi che possano confermare le sue previsioni negative.

Il tipo Gentian rifugge dai cambiamenti e dalle esperienze di vita, si muove in un ambito sicuro solo per se stesso. Crede che non possa più realizzare nulla nella sua vita e ogni piccolo ostacolo diventa una montagna insormontabile.

Può capitare, ad esempio, dopo una delusione d’amore, di perdere anche la voglia di curarsi, per cui ci si lascia andare, non si incontrano più gli amici e si tenta di crearsi dei limiti in tutto.

Lo scetticismo porta a non concretizzare nulla, ci si immerge nel problema che diventa anche più grande di come è nella realtà; si è più portati a vedere i propri limiti che le proprie possibilità di riuscita.
Nei bambini questo stato si può manifestare per insuccessi scolastici e si perde la speranza di poter riuscire.

Sintomatologia
Depressione, ansia, vertigini, ipocondria, mancanza di guarigione per carenza di fiducia, abbassamento delle difese immunitarie dovute allo stato depressivo.

Cosa ci insegna questo fiore?
Che anche le delusioni e i fallimenti sono delle opportunità per cominciare a vedere la vita da altri punti di vista. Le esperienze che ci hanno dato sofferenza possono diventare dei punti di forza per noi se impariamo a ritrovare il contatto con la nostra interiorità e a credere nelle nostre capacità e nel fluire della vita.

Nella visione positiva Gentian ci aiuta ad accettare le difficoltà come parte integrante delle nostre esperienze di vita, nutrendo fiducia nelle nostre possibilità di riuscita.

Posologia
È sufficiente versare due gocce di Gentian, dal rimedio naturale, in una boccetta con contagocce da 30 ml, aggiungere 2 cucchiaini di brandy e riempire con acqua minerale naturale.
Assumere 4 gocce, stillate sulla lingua, per 4 volte al giorno, lontano dai pasti.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Maria Filomena Cirillo

Maria Filomena Cirillo, nata a San Paolo del Brasile, vive in provincia di Napoli, dopo aver abitato per anni sul lago di Como. Il suo cammino spirituale è caratterizzato dalla ricerca continua dell'essenza di ciò che si è, attraverso lo studio della filosofia vedantica, le discipline orientali di meditazione e l'incontro con i Maestri che hanno "iniziato" il suo percorso. Tra Materia e Spirito. Giornalista pubblicista, laureata in Scienze Olistiche, Master Reiki, Consulente PNF, tecniche meditative e studi di discipline orientali. Conduttrice di training autogeno e studi di autostima e ricerca interiore. Aromaterapista ed esperta di massaggio aromaterapico.