Home Rubriche Tra Materia e Spirito Chestnut Bud: incapacità di apprendere – Floriterapia di Edward Bach

Chestnut Bud: incapacità di apprendere – Floriterapia di Edward Bach

775
Chestnut Bud


Download PDF

Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo.
Leo Buscaglia

Per quelli che non si avvantaggiano fino in fondo dell’osservazione e dell’esperienza, e impiegano più tempo di altri ad apprendere le lezioni della vita quotidiana. Mentre per qualcuno un’esperienza sola è sufficiente, a tali persone è necessario farne di più, talvolta molte di più, prima di imparare la lezione. Di conseguenza, con loro dispiacere, si trovano a ripetere il medesimo errore in diverse occasioni, quando una sola volta avrebbe potuto essere sufficiente, oppure, osservando gli altri, avrebbero potuto evitare persino quell’unico sbaglio.
Edward Bach

Scheda botanica

Aesculum ippocastanum
Gemma di ippocastano

È un albero che può raggiungere i 30 metri di altezza, originario dell’Europa; in Italia è diffuso in tutte le regioni, soprattutto in quelle centro settentrionali, dalla pianura fino a 1200 metri di altitudine.
I fiori sono nascosti nel bocciolo. Viene utilizzato per l’essenza ricavata dai fiori e dalle gemme, che, sotto un calamo di 14 membrane nascondono fiori e foglie.

In fitoterapia si usano la corteccia e i rami giovani per trattare vari tipi di affezioni circolatorie, come le varici e flebiti; esternamente viene adoperato per preparare bagni contro le emorroidi e le varici ulcerose.

Chestnut Bud è un rimedio ricavato dalle gemme dell’ippocastano. Questo particolare ci fa comprendere che la gemma ha in sé la nascita del fiore e ci proietta sull’energia futura che sarà fondamentale affinché la pianta si riproduca attraverso i fiori.

Il nome dell’ippocastano ci riporta all’equino, perché foglie che cadono dall’albero in autunno lasciano sui rami dei segni simili ai ferri di cavallo.
Tali animali hanno la particolarità di commettere gli stessi sbagli, ostinandosi nello sbagliare e saltare sempre lo stesso ostacolo; allo stesso modo questo albero ripete l’errore di fiorire in un periodo in cui i suoi fiori andranno incontro al gelo. Alla fine del periodo freddo, torna a rifiorire.

Tipologia
È caratterizzato dalla mancanza di interesse per il presente, con la testa proiettata nel futuro, incapace di trarre insegnamenti dall’esperienza.
Spesso si tratta di persone che hanno difficoltà a vivere nel presente, a stare nel “qui” e “ora”. Sono sbadati, non portano mai alla fine un compito e reiterano sempre le stesse azioni errate. Ad esempio, possiamo trovare chi si innamora sempre dello stesso tipo di persona, replicando gli stessi schemi di comportamento. È come se la situazione si presentasse sempre allo stesso modo ma non viene mai risolta.

Chi appartiene a questo fiore non si chiede mai dove sbaglia o se è il caso di cambiare; superficiale nelle sue cose, manca di spirito di osservazione e ha riflessi ritardati, è
svogliato e distratto.

I bambini, soprattutto a scuola, senza accorgersene, commettono le stesse sviste; spesso inciampano e cadono a terra per disattenzione, riempiendosi di lividi.
Non riescono a far tesoro del passato per vivere un presente con consapevolezza, passando così da una situazione all’altra senza mai fermarsi a riflettere e dare il giusto senso a ciò che provano.

Il tipo Chestnut Bud vive in un mondo tutto suo; spesso non ricorda di rispettare gli orari di un appuntamento, e si comporta in maniera superficiale anche nelle relazioni con gli altri. Manca di contatto con la realtà e può avere dei tratti schizoidi.

Dal punto di vista fisico può avere problemi di cefalea, miopia, sordità, acne e tendenza ad ammalarsi sempre delle stesse malattie. Disturbi digestivi, dispepsie, arteriosclerosi, lentezza nel guarire.

Nello stato positivo il rimedio aiuta a comprendere le esperienze del passato facendone tesoro per il presente. Fa aumentare la concentrazione e l’attenzione sviluppando il senso dell’osservazione sia nei propri confronti che nell’ambiente circostante, fa capire che è importante essere attenti verso gli altri ed imparare lezioni di vita attraverso le esperienze altrui.

Posologia

È sufficiente versare 2 gocce del rimedio originale Chestnut Bud in una boccetta con contagocce da 30 ml, aggiungere 2 cucchiaini di brandy e riempire con acqua minerale naturale. Agitare il flacone.

Assumere 4 gocce 4 volte al giorno, stillandole sulla lingua, lontano dai pasti, per almeno 3 settimane.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Maria Filomena Cirillo

Maria Filomena Cirillo, nata a San Paolo del Brasile, vive in provincia di Napoli, dopo aver abitato per anni sul lago di Como. Il suo cammino spirituale è caratterizzato dalla ricerca continua dell'essenza di ciò che si è, attraverso lo studio della filosofia vedantica, le discipline orientali di meditazione e l'incontro con i Maestri che hanno "iniziato" il suo percorso. Tra Materia e Spirito. Giornalista pubblicista, laureata in Scienze Olistiche, Master Reiki, Consulente PNF, tecniche meditative e studi di discipline orientali. Conduttrice di training autogeno e studi di autostima e ricerca interiore. Aromaterapista ed esperta di massaggio aromaterapico.