Home Rubriche Nutrizione a portata di click Dieta chetogenica: verità e falsi miti

Dieta chetogenica: verità e falsi miti

743
Dieta chetogenica
Ketogenic low carbs diet concept. Healthy eating and dieting with salmon fish, avocado, eggs and nuts. Top view


Download PDF

Sulla dieta chetogenica aleggiano molte idee sbagliate e pregiudizi. Semplicemente è un protocollo alimentare con una riduzione importante di carboidrati, la quantità è differente per ogni individuo a seconda del peso.
Lo scopo è quello di costringere l’organismo ad utilizzare i grassi come fonte di energia al posto del glucosio visto che i carboidrati non vengono assunti in quantità adeguate con l’alimentazione.

Se si segue questo protocollo aumentano le calorie (grassi) bruciate per effetto della termogenesi, stimolando la secrezione di ormoni che, a loro volta, favoriscono lo smaltimento del grasso. Quando il sistema metabolico si adatta all’assenza degli zuccheri, il corpo inizia a metabolizzare i grassi e a produrre i corpi chetonici come fonte per la produzione di energia.

I corpi chetoni sono prodotti fisiologicamente dal nostro organismo, quindi non sono una sostanza tossica!

Vengono prodotti in situazioni particolari:
1. In assenza di energia (glucosio) con il digiuno per esempio.
2. Con la dieta chetogenica.

Gli organi al contrario di come si pensa, funzionano benissimo quando il corpo è in chetosi, perché con 1 gr di grassi vengono prodotte 9 kcal di energia a differenza del glucosio che con 1 gr riduce 4 Kcal!

Perché si ha paura di questa dieta?
Molti solo a sentir parlare di chetosi storcono il naso, questo perché la associano alla chetoacidosi diabetica che non ha niente a che vedere con la chetosi metabolica fisiologica che viene prodotta con la dieta chetogenica.

La chetoacidosi diabetica è una grave complicanza acuta del diabete, soprattutto del tipo 1, che rappresenta un’emergenza medica perché, se non prontamente diagnosticata e trattata, può portare alla morte. L’insulina, in questa condizione, non è più presente e quindi il corpo non riesce ad utilizzare il glucosio circolante e per avere energia comincia ad utilizzare in maniera massiva i grassi producendo grandissime quantità di corpi chetonici, che arrivano ad essere 25 mmol per litro di sangue, a cui si associa un’insulina pari a 0 e una glicemia altissima anche superiore a 300.

Con la chetosi metabolica fisiologica, invece, la glicemia e l’insulina sono normali e i valori dei corpi chetonici si aggirano sugli 8 mmol per litro di sangue. Quindi sono assolutamente due situazioni non paragonabili.

Altra motivazione che causa timore e dubbi nei confronti della dieta chetogenica e che sento spesso dire: si affaticano i reni, il fegato si distrugge…

Tutto questo perché si pensa:

Dieta chetogenica = dieta iperproteica

Assolutamente falso!
La dieta chetogenica è normoproteica, le proteine sono calcolate in base al fabbisogno della persona.

Questo tipo di protocollo, oltre ad essere ovviamente dimagrante, è utilissimo per migliorare tantissime problematiche tra cui:
– insulina resistenza;
– pre-diabete
– adiposità viscerale
– statosi epatica
– ovaio policistico
– infiammazione corporea
– cefalea
– dislipidemie
– epilessia

Migliora il microbiota intestinale, migliora lo stress ossidativo, rende più lucidi e performanti.
Ed inoltre i corpi chetonici hanno un effetto anoressizzante nel nucleo arcuoto (ipotalamo).

Ovviamente questo tipo di protocollo non deve essere un fai da te!
Affidatevi sempre ad un professionista.

Spero che grazie a questo articolo i dubbi sulla dieta chetogenica siano stati tolti, e i falsi miti sfatati. Se volete qualche altro chiarimento contattatemi.

Print Friendly, PDF & Email
Alessandra Cirillo

Autore Alessandra Cirillo

Biologa nutrizionista, libero professionista. Corso di perfezionamento in alimentazione e nutrizione umana. Esperta nella nutrizione in età pediatrica e della sfera femminile a 360°. Appassionata di tutto ciò che riguarda la nutrizione. Il mio motto è "aggiornarsi, sempre".