Home Rubriche Nutrizione a portata di click Ritenzione idrica

Ritenzione idrica

503
Ritenzione idrica


Download PDF

Le belle giornate ormai sono arrivate e con esse anche il caldo, quindi ci si inizia a scoprire e la tanto odiata ritenzione idrica non può rimanere più nascosta.

Vi sarete accorte che rispetto all’anno scorso in questo stesso periodo la situazione era migliore e vi starete chiedendo il perché?

La causa è da ricondurre sicuramente in gran parte alla quarantena, infatti, l’impossibilità di potersi muovere; il buttarsi sul cibo con l’aumento di dolci, pizze, pane e rustici vari fatti in casa; lo stress; il non seguire comunque un regime alimentare equilibrato ha comportato alterazioni all’interno del nostro corpo portando ad una maggiore formazione di ritenzione idrica.

Ma che cosa è la ritenzione idrica?

Come stesso il nome ci suggerisce è un ristagno eccessivo di liquidi all’interno dei tessuti dell’organismo. Quando il nostro corpo trattiene troppi liquidi, questi si accumulano negli spazi interstiziali, cioè tra cellula e cellula, causando il classico gonfiore.

Si avverte questo sintomo particolarmente d’estate, a causa delle temperature che aumentano, e colpisce in particolare le gambe.
Accompagnano poi il gonfiore senso di pesantezza e di maggiore affaticamento degli arti inferiori.

Vi sta capitando, a fine giornata, di sentire le gambe pesanti e che fanno male?
Se la risposta è sì, molto probabilmente state avendo problemi di ritenzione idrica, ma non vi preoccupate, più avanti leggendo l’articolo vi dirò cosa fare!

Questi edemi, se provate a premerli, sono morbidi al tatto e potreste anche avvertire la presenza di liquidi. Se non trattata in tempo può portare alla cosiddetta pelle a buccia di arancia e si può anche avere un aumento di peso o una sua oscillazione.

La ritenzione idrica è anche causata dagli ormoni estrogeni, per questo è una problematica che colpisce maggiormente le donne, ed è una delle cause della cellulite: quindi eliminare la ritenzione idrica è uno dei fattori indispensabili per combattere la cellulite!

Quali sono le cause della ritenzione idrica?

– Problemi circolatori: alterazioni del microcircolo ematico e linfatico che causano il ristagno di liquidi.
– Utilizzo di alcuni farmaci: cortisonici, pillola anticoncezionale.
– Il sovrappeso.
– Alimentazione e sedentarietà.
– Alcune patologie: epatiche, ipertensione arteriosa, insufficienza renale.

Mi soffermo un attimo sul sovrappeso come causa della ritenzione idrica poiché instaura un circolo vizioso: da un lato i liquidi in eccesso, che fanno aumentare il peso, e dall’altro l’aumento di peso che rallenta la diuresi favorendo ulteriormente la ritenzione. Per questo bisogna fare attenzione all’ago della bilancia se aumenta.

Come intervenire?

Come prima cosa bisogna indagare sulle cause scatenanti ed andare ad agire su ognuna per eliminarla.

Ovviamente il primo passo da compire è seguire una sana e corretta alimentazione, bere molto e prediligere quegli alimenti che hanno un’azione antinfiammatoria e drenante.

Quindi via libera a:
mirtilli, ananas, anguria, cetrioli, asparagi, finocchio, carciofo, rucola, cipolle.

Fondamentale è avere un’adeguata idratazione, evitando però di bere troppo per non incorrere nel cosiddetto effetto cammello di cui ho già parlato nell’articolo Come combattere la cellulite nel modo giusto ed efficace.

Una corretta alimentazione comprende almeno cinque porzioni tra verdura e frutta, ottime sono anche le tisane depurative e drenanti, e i drenanti naturali come la bromelina, che ha sia un’azione antinfiammatoria che di richiamo dei liquidi.

Da evitare:
burro, fritti, carboidrati raffinati, bevande gassate e zuccherate.
Limitare sale e caffè.

Se possibile, cercate di fare lunghe camminate, ma va anche bene l’esercizio fatto in casa, aggiungete poi degli auto-massaggi e, in poco tempo, con questi accorgimenti vedrete come la situazione causata dalla ritenzione idrica migliorerà.

Print Friendly, PDF & Email
Alessandra Cirillo

Autore Alessandra Cirillo

Biologa nutrizionista, libero professionista. Corso di perfezionamento in alimentazione e nutrizione umana. Esperta nella nutrizione in età pediatrica e della sfera femminile a 360°. Appassionata di tutto ciò che riguarda la nutrizione. Il mio motto è "aggiornarsi, sempre".