Home Rubriche Nutrizione a portata di click 5 consigli per l’estate

5 consigli per l’estate

386
Consigli per l'estate


Download PDF

L’estate è ormai arrivata con tutto il suo calore, ci si sente più stanchi e spossati, perché si suda di più e quindi si ha una perdita maggiore di sali minerali.
In questo periodo bisogna fare attenzione a quello che si mangia soprattutto se si è in vacanza visto che molto spesso si tende a mangiare fuori e si dà poca attenzione alla qualità dei cibi.

Leggendo questo articolo vi dirò quali sono le accortezze da seguire per combattere l’afa, riducendo il rischio di disidratazione, ma anche per mettervi in forma prima della prova costume.

1. Bere, bere, bere

In estate si perdono tanti liquidi e si rischia di non introdurre la giusta quantità di acqua per compensare il deficit giornaliero. Devi bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno oppure semplicemente 8 bicchieri colmi al giorno. Mi raccomando non bere quando avverti la sete, perché è già troppo tardi! Deve diventare un’abitudine, preparati una bottiglia di acqua.

A tuo uso personale o metti la sveglia sul cellulare per ricordarti di bere un bicchiere di acqua. Via libera ad acque aromatizzate al limone, all’arancia, allo zenzero alla menta, non solo si darà sapore all’acqua ma si assumeranno tutti i principi presenti in questi alimenti.

Attenzione però alle bevande! Leggi l’etichetta in particolare per quanto riguarda i succhi di frutta scegli quelli senza zuccheri aggiunti. Limitare le bibite gassate e l’alcol.

2. Non saltare i pasti

Lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio sono fondamentali, sono dei veri e propri pasti e non devono essere sottovalutati. Sono indispensabili per mantenere attivo il metabolismo, ancora più sbagliato è saltare uno dei pasti principali. Mangiare tutte e cinque i pasti non solo permette di mantenere costanti le energie e i livelli di glicemia nella giornata, permettendo di arrivare al pasto successivo non affamata, quindi si evitano di assumere poi troppe calorie.

Alcune idee per spuntini freschi:
Yogurt greco con mandorle.
Frullato di frutta di stagione.
Centrifugati di frutta.
Gelato artigianale.
Una fettina di pane di segale con qualche scaglia di grana.

3. Tanta frutta e verdura di stagione

Proprio durante l’estate hai a disposizione tantissimi tipi di frutta e verdura, ricchi di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Sono indispensabili per compensare il deficit causato dal sudore, perché quando sudi non perdi solo acqua, ma anche tanti sali minerali e vitamine che devono essere reintrodotti. Per questo ti senti più stanca perché non integri adeguatamente tutte le perdite che hai durante la giornata. Occorrono 3 porzioni di verdura e 2, 3 porzioni di frutta al giorno per fronteggiare il caldo dell’estate e per farti sentire subito meglio.

4. Aiuta la digestione

La digestione, a causa del caldo, rallenta. Quindi devi darle una mano. Come puoi fare? Come prima cosa limita i prodotti troppo elaborati e conditi in particolare in grassi.
No a junk food, burro, panna, maionese, fritture. Preferisci alimenti freschi e con cotture brevi in modo che l’apporto di sostanze nutritive rimanga pressoché inalterato.
Fai porzioni piccole, mangia lentamente e condisci a crudo con un buon olio extravergine di oliva.

5. Evita abbigliamento troppo stretto

Indossare pantaloni, ma anche jeans troppo attillati, comprime troppo ostacola la circolazione linfatica. In particolare quindi tutto ciò che può comprimere la radice delle gambe. Attenzione anche ai tacchi troppo alti, che causano un sovraccarico a livello dell’avampiede, soprattutto se stretti in punta. Causando un ristagno di sangue. Seguendo queste indicazioni aiuterai in particolare a migliorare anche la ritenzione idrica.

Print Friendly, PDF & Email
Alessandra Cirillo

Autore Alessandra Cirillo

Biologa nutrizionista, libero professionista. Corso di perfezionamento in alimentazione e nutrizione umana. Esperta nella nutrizione in età pediatrica e della sfera femminile a 360°. Appassionata di tutto ciò che riguarda la nutrizione. Il mio motto è "aggiornarsi, sempre".