Home Rubriche Fase 2 e stagione estiva, Ciuoffo rassicura i Comuni toscani

Fase 2 e stagione estiva, Ciuoffo rassicura i Comuni toscani

401
spiaggia


Download PDF

‘Già fissate tre riunioni specifiche l’11 maggio’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Il tema della gestione delle spiagge e più in generale del turismo in Toscana nella Fase 2 è già all’ordine del giorno sui nostri tavoli e sarà trattato lunedì 11 maggio in tre riunioni specifiche convocate nei giorni scorsi.

Aggiungo anche che presto arriveranno i protocolli nazionali. Ringraziamo pertanto ANCI Toscana e i sindaci della costa per il documento prodotto e inviatoci stamattina e li rassicuriamo che siamo già attivati per affrontare insieme tutte le questioni.

Così l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo dopo l’arrivo delle proposte dei sindaci toscani riguardanti la gestione delle spiagge nella Fase 2 dell’emergenza da Coronavirus in vista della stagione estiva.

Continua Ciuoffo:

Le riunioni di lunedì riguarderanno nello specifico: alle ore 10:00 il tema della promozione, alle ore 12:00 il tema delle linee guida per i luoghi di lavoro in ambito turistico, e infine alle ore 15:00 gli specifici prodotti turistici. Sono stati invitati tutti i soggetti interessati e coinvolti nella ripartenza condivisa ovvero i Comuni, i rappresentanti del MiBACT, gli operatori economici e i sindacati.

Nei giorni seguenti, ma sempre nella stessa settimana, sarà poi convocato il tavolo del Gruppo di lavoro 4, con i coordinamento di ANCI e con le Associazioni di settore, in cui tratteremo nel dettaglio i temi del rilancio degli stabilimenti balneari.

Alcuni degli spunti contenuti nei documenti, ha osservato l’Assessore Ciuoffo, saranno molto utili anche nell’ambito del tavolo di lavoro del Team di Crisi attivato da Toscana Promozione Turistica per gestire la fase emergenziale e coordinato da questa insieme a ANCI per gli aspetti di riqualificazione e promozione dei lidi a fini turistici già per la prossima stagione balneare.

Insieme alle rappresentanze di categoria e ad ANCI per gli ambiti turistici sarà possibile definire nuove forme di offerta di servizi turistici.

Print Friendly, PDF & Email