Home Rubriche Muórze e surze Provola alla pizzaiola

Provola alla pizzaiola

421
Provola alla pizzaiola


Download PDF

Ingredienti

600 grammi di provola affumicata
500 grammi di pomodorino
1 spicchio d’aglio

Peperoncino piccante q.b.
Olio EVO q.b.
Basilico q.b.
Origano q.b.
Sale q.b.

Procedimento

Si tratta di un classico della cucina campana, molto veloce da preparare, incredibilmente gustoso e particolarmente adatto a questo periodo di temperature alte.

In un tegame facciamo riscaldare l’olio e poi mettiamo ad imbiondire uno spicchio d’aglio e il peperoncino, prima di unire i pomodorini tagliati a metà. Possiamo benissimo usare anche dei pelati tagliati a pezzetti, ma, soprattutto d’estate, i pomodori freschi danno tutto un altro gusto.

Lasciamo cuocere a fuoco lento per una decina di minuti, poi togliamo l’aglio, regoliamo di sale e aromatizziamo con un pizzico di origano, senza esagerare, perché altrimenti rischiamo di far diventare amaro il nostro sughetto.

Portiamo il fuoco al minimo e aggiungiamo la provola tagliata a fette alte circa un centimetro e mezzo, senza togliere la pellicina esterna più scura. È preferibile tagliarla il giorno prima, perché si secchi un poco e rilasci meno latte.

La facciamo giusto ammorbidire, 30 secondi per lato, se la lasciamo più a lungo si scioglie.

Impiattiamo, guarnendo con un ciuffo di basilico che conferisce un ulteriore tocco di freschezza e di sapore.

Le varianti possono essere diverse, possiamo usare una manciata di olive nere snocciolate o anche dei filetti di acciughe salate.

La provola è facile da trovare in Campania, le zone dove viene prodotta sono diverse, ma in alternativa possiamo usare anche della scamorza o del caciocavallo.

Va servita calda, fino a che è ancora morbida, accompagnando con un Lacryma Christi rosato.

Non dimentichiamo un bel po’ di pane fresco, non fare la scarpetta è un delitto!

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email

Autore Carolina Barra

Carolina Barra, impiegata in pensione, profonda conoscitrice del cibo in tutte le sue declinazioni, adora cimentarsi nei piatti tipici della tradizione e scoprirne i trucchi per poterli tramandare.