Home Territorio Estero Yemen: Eryani, imparare dall’esperienza afghana

Yemen: Eryani, imparare dall’esperienza afghana

562
Al-Eryani


Download PDF

Il Ministro dell’Informazione yemenita chiede ai suoi cittadini di dare priorità all’interesse nazionale, voltare pagina rispetto al passato e rinunciare a tutte le divergenze

In un monito agli yemeniti, il Ministro dell’Informazione, Muammar Al-Eryani, ha commentato che quanto sta accadendo in Afghanistan in termini di caduta delle città e regioni nelle mani dei talebani, è un risultato naturale dello stato di divisione e differenze tra le forze politiche e sociali afghane e dell’incapacità di serrare i ranghi e unificare gli sforzi nel quadro della leadership ufficiale.
In dichiarazioni all’agenzia di stampa yemenita, Al-Eryani ha chiesto:

Il controllo del territorio da parte dei talebani sulla cartina geografica afgana è forse il fine ultimo? O, invece, è una notifica del crollo dello stato e di una deriva del Paese in un nuovo ciclo di sangue e guerra civile, del deterioramento delle condizioni economiche, della mancanza di democrazia e libertà, del suo isolamento internazionale e della sua trasformazione in un focolaio di terrorismo e in un trampolino di lancio per minacciare la sicurezza e la pace internazionale?

Il Ministro ha invitato le forze politiche e tutti gli yemeniti a trarre lezioni dall’esperienza afghana per evitare lo scenario e il triste destino a cui è arrivato il Paese, dare priorità all’interesse nazionale, voltare pagina rispetto al passato, rinunciare a tutte le differenze e ai calcoli politici e unire i loro ranghi dietro la legittimità costituzionale guidata dal Presidente Abd Rabbo Mansour Hadi.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.