Home Rubriche Da Oriente a Occidente La falsa dicotomia

La falsa dicotomia

385
La falsa dicotomia


Download PDF

Parlare, scrivere, comunicare

È tutto bianco il mondo?

È forse tutto nero?

Certamente no, ma in politica si usa spesso la strategia della ‘falsa dicotomia’ per depistare gli elettori facendo loro credere che una cosa sia fatta tutta in un modo o tutta in un altro, senza possibilità di alternative.

Seguono diversi esempi per chiarirne il significato.

Mario: “Dovremmo fare qualcosa per aiutare i migranti”.

Luigi: “Allora vuol dire che non te ne frega niente degli italiani”!

Mario, invece, aiuta molto ANCHE gli italiani ma Luigi vuol far credere che Mario si occupi SOLO dei migranti: o tutto nero o tutto bianco.

Franco: “Dovremmo fare qualcosa per gli animali abbandonati”.

Renzo: “Allora non te ne frega niente degli esseri umani abbandonati!”

Franco aiuta ANCHE gli esseri umani ma Renzo vuol far credere a tutti che Franco voglia occuparsi solo degli animali: o tutto nero o tutto bianco.

Graziano: “Le multinazionali del farmaco pensano SOLO a fare soldi”!

È vero che non sono enti di beneficenza e vogliono arricchirsi, ma per farlo devono ANCHE vendere prodotti che siano in grado di curare i malati, poiché anch’esse hanno le loro concorrenti e diventa più ricco chi vende il prodotto migliore, così come in tutto il commercio.

Le industrie automobilistiche, per esempio, vogliono arricchirs, ma devono ANCHE venderti auto comode e funzionanti altrimenti falliscono.

Chi desidera denigrare l’avversario, così in politica, come anche in famiglia o tra gli amici, può usare, tra le tante strategie, quella della falsa dicotomia.

È come se io dicessi: “Le società sportive professionistiche pensano solo a fare quattrini”!

È vero che nascono per arricchirsi, ma devono ANCHE vincere e dare soddisfazione ai loro tifosi, poiché ci sono pure altre squadre in un torneo e chi perde viene degradato e guadagna molto di meno.

Come difendersi dalla falsa dicotomia?

Con la parolina magica: ANCHE.

Basta ricordarsi che le cose non sono sempre tutte nere o tutte bianche ma ANCHE grigie o di altri colori; occorre perciò prima verificare tutte le intenzioni dell’interlocutore e non limitarsi ad una sola affermazione.

L’industria del tabacco, per esempio, è realmente tutta nera, poiché il suo scopo è SOLO quello di arricchirsi rovinando la salute degli esseri umani.

Non c’è un ANCHE per, se non quello di creare dipendenza.

Chiaro il concetto?

Resta aggiornato sui Programmi Gayatri 

Print Friendly, PDF & Email

Autore natyan

natyan, presidente dell’Università Popolare Olistica di Monza denominata Studio Gayatri, un’associazione culturale no-profit operativa dal 1995. Appassionato di Filosofie Orientali, fin dal 1984, ha acquisito alla fonte, in India, in Thailandia e in Myanmar, con più di trenta viaggi, le sue conoscenze relative ai percorsi interiori teorici e pratici. Consulente Filosofico e Insegnante delle più svariate discipline meditative d’oriente, con adattamento alla cultura comunicativa occidentale.