Home Rubriche Da Oriente a Occidente Anticonformismo di massa

Anticonformismo di massa

537


Download PDF

Le tre sezioni di ‘Homo Authenticus’

Possiamo suddividere le fasi di quello che definirei ‘Homo Authenticus’ in tre sezioni.

La prima riguarda gli intellettuali e gli scrittori in genere, che tanto lottarono per la conquista del diritto di essere se stessi, autentici, contro ogni forma sociale, politica e religiosa.

La seconda ha a che fare con i cosiddetti ‘artisti maledetti’, i bohémien, i figli dei fiori, che lottarono contro il consumismo nel nome di una libertà estetica.

Nella prima fase abbiamo la ricerca di un’autenticità che invoca la sincerità e disapprova l’ipocrisia, il bisogno di costruire se stessi a proprio piacimento, mentre nella seconda, oltre ad inneggiare per la libertà, l’autenticità si riveste di intensità poiché si anela a vivere momento per momento, ad uscire dagli schemi ricercando l’estasi in ogni modo, anche con sostanze psicotrope.

In entrambe le fasi, però, l’anticonformismo apparteneva al mondo degli ‘eroi’ perché osteggiati dalla società, rifiutati, messi al bando dalla borghesia e dai benpensanti.

E la terza sezione?

Anticonformismo di massa, un’epoca in cui più sei diverso e più hai gli onori della stampa e dei social media. Non devi lottare, sacrificarti, combattere, anzi, al contrario, se non fai qualcosa di strampalato e non dichiari di essere originale perdi di visibilità e glorificazioni.

Quante volte leggiamo dichiarazioni, di giornalisti, architetti, attori e perfino di persone comuni che sostengono di essere diverse, di ragionare con la propria testa e di non sentirsi affatto uniformate alla massa?

In California si vendono magliette con la scritta:

Perché essere normali?

Ribelli in pantofole, di ogni età, diffondono dai propri divani post dalle lapidarie affermazioni:

Io sono me stesso! Io seguo solo la mia coscienza!

e così via.

Paradossalmente, oggi, non c’è nulla di più conformista, dell’essere anticonformisti.

Un tempo, per esserlo, avevi il mondo intero che ti remava contro.

Oggi, se sai fingere bene di essere diverso, vieni invitato a gridarlo nei talk-show.

Brevemente tratto dal Corso: Counseling Filosofico – Diventa Consulente Filosofico

Resta aggiornato sui Programmi Gayatri 

Print Friendly, PDF & Email

Autore natyan

natyan, presidente dell’Università Popolare Olistica di Monza denominata Studio Gayatri, un’associazione culturale no-profit operativa dal 1995. Appassionato di Filosofie Orientali, fin dal 1984, ha acquisito alla fonte, in India, in Thailandia e in Myanmar, con più di trenta viaggi, le sue conoscenze relative ai percorsi interiori teorici e pratici. Consulente Filosofico e Insegnante delle più svariate discipline meditative d’oriente, con adattamento alla cultura comunicativa occidentale.