Home Toscana Regione Toscana Sportelli giudiziari di prossimità in Toscana, Liguria e Piemonte

Sportelli giudiziari di prossimità in Toscana, Liguria e Piemonte

506
Tribunale di Massa


Download PDF

Adempimenti giudiziari più comodi per i cittadini e azione della Magistratura più rapida

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Toscana, Liguria e Piemonte sperimenteranno gli sportelli giudiziari di prossimità. Si tratta di un modo per rendere gli adempimenti giudiziari più comodi per i cittadini e l’azione della Magistratura più rapida. Presso i Comuni verranno creati cosi nuovi punti di accesso per evitare che i residenti in Toscana debbano recarsi presso il loro unico Tribunale territorialmente competente.

Non appena sarà varato operativamente il progetto troveranno infatti presso i Comuni la possibilità di presentare documenti o di svolgere alcune pratiche che riguardano gli istituti di protezione giuridica a tutela delle fasce più deboli della popolazione come l’amministrazione di sostegno, le inabilitazioni e le interdizioni.

Il progetto che le tre Regioni sperimenteranno prima della sua applicazione a livello nazionale, è stato richiamato nel corso della illustrazione della firma, avvenuta stamani al Ministero della Giustizia, del protocollo d’intesa volto ad assegnare per un anno, rinnovabile fino a due, presso i Tribunali di Firenze e Massa, fino a trenta dipendenti regionali che volontariamente accetteranno di lavorarvi.

Secondo il presidente della Regione Toscana e l’assessore regionale alla presidenza, presente alla firma, gli sportelli di prossimità giudiziaria permetteranno di portare il 25% delle attività dei Tribunali più vicino ai cittadini e di far tornare gli uffici giudiziari in quelle città dove i Tribunali sono stati chiusi e anche in quelle realtà dove questi uffici non ci sono mai stati. A giudizio dei due amministratori regionali si tratta di un bell’esempio di collaborazione con la Magistratura.

Dal canto loro la presidente della Corte d’appello di Firenze e il procuratore generale presso la Corte d’appello di Firenze, due dei firmatari del protocollo, hanno parlato di una vera e propria boccata di ossigeno per il loro lavoro, di una scelta che consolida ulteriormente il buon rapporto con la Regione Toscana, di cui hanno sottolineato la grandissima sensibilità verso un miglior funzionamento della Giustizia, oltre al fatto che quando le istituzioni collaborano tra loro i risultati arrivano.

In Toscana gli sportelli di prossimità giudiziaria verranno aperti in 20 Comuni situati nelle aree più deboli o nelle zone in cui gli uffici giudiziari sono più lontani.

Print Friendly, PDF & Email