Home Cronaca SIOOT invita ospedali a dotarsi del servizio di ossigeno ozono terapia

SIOOT invita ospedali a dotarsi del servizio di ossigeno ozono terapia

347
ossigeno ozono terapia


Download PDF

Una pratica da mettere a disposizione dei pazienti al più presto

Riceviamo e pubblichiamo.

Crescono i positivi in tutta Europa, gli ospedali in Italia sono al limite, medici e infermieri sono sottoposti a stress e ritmi massacranti, molti di loro hanno contratto il virus, il numero dei pazienti deceduti aumenta tragicamente.

La nuova ondata di diffusione del Covid sta costringendo i governi ad attuare lockdown locali, il che aggrava ulteriormente la situazione economica.

Che fare? Quali tra le soluzioni di cura proposte può essere utilizzata da subito per guarire i malati di Covid e interrompere la catena di trasmissione del virus?

Secondo il prof. Marianno Franzini, Presidente internazionale della SIOOT, Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia, una soluzione c’è: economica, sicura, efficace, si chiama ossigeno ozono terapia e può essere utilizzata facilmente e immediatamente in tutti gli ospedali dove sono ricoverati malati di Covid.

Franzini sottolinea che l’ossigeno ozono terapia è una pratica da mettere a disposizione dei pazienti al più presto, in particolare per le persone anziane che sono la fascia di età più a rischio.

Ha detto il Presidente Internazionale della SIOOT:

Vorrei evitare che con la saturazione delle terapie intensive e dei reparti Covid, qualcuno decida di discriminare e lasciare senza cure gli anziani.

Sarebbe un crimine inaccettabile, con l’ossigeno ozono possiamo salvarli tutti!

Per questo motivo la SIOOT si è messa a disposizione per fornire il Protocollo di Cura e le macchine per la produzione di ozono a tutti gli ospedali, i presidi medici, gli ambulatori e le RSA che lo richiedano, al fine di praticare l’ozono terapia a tutti i pazienti Covid ai vari livelli di gravità: da quelli solo positivi fino a quelli ricoverati in terapia intensiva.

Intervistato da ‘Orbisphera’, il prof. Franzini ha precisato:

Se si va su PubMed, la piattaforma medica più autorevole e grande del mondo, si possono leggere gli studi che dimostrano l’efficacia dell’ossigeno ozono terapia per curare i malati di Covid.

Tra i primi lavori che compaiono c’è quello intitolato ‘Oxygen-ozone (O2-O3) immunoceutical therapy for patients with Covid-19. Preliminary evidence reported’, in cui si riportano in dettaglio i dati sperimentali su 50 pazienti ospedalizzati Covid-19 affetti da sindrome respiratoria acuta, ARDS, di età superiore ai 60 anni, tutti di sesso maschile e sottoposti a ventilazione meccanica non invasiva in terapia intensiva.

In questo studio, di cui Franzini è coautore insieme ai medici e professori Luigi Valdenassi, Giovanni Ricevuti, Salvatore Chirumbolo Markus Depfenhart e Dario Bertossi, i risultati attestano che

dopo il trattamento con ossigeno ozono si è verificato un miglioramento significativo degli indici di infiammazione e una rapida ossigenazione.

Inoltre, è stata osservata una significativa riduzione dei marcatori infiammatori e tromboembolici, CRP, IL-6, D-dimero, ed è stato segnalato un miglioramento dei principali indici respiratori, come i marker di scambio respiratorio e gassoso.

Lo studio in questione è stato ripreso anche dalla pagina bibliografica relativa al Covid pubblicata dall’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità.

Franzini ha rilevato che, nel periodo marzo – maggio 2020, la SIOOT ha raccolto i dati di 100 pazienti trattati con ossigeno ozono terapia in 15 ospedali. I risultati sono stati superiori alle aspettative, con un’efficacia di guarigione del 98%.

Questi risultati sono stati illustrati alla Camera dei Deputati nel corso di un’audizione presso la XII Commissione Affari Sociali, che si è svolta il 3 giugno di quest’anno.

È sulla base di tali risultati che Franzini, a nome della SIOOT, ha invitato tutti i colleghi medici – soprattutto quelli che lavorano nei reparti con pazienti Covid – a praticare l’ossigeno ozono terapia, in primo luogo a sé stessi per immunizzarsi e poi ai pazienti per curarli e guarirli in tempi brevi.

Informazioni:
Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia, SIOOT
Tel/Fax: 035-19910105,
Email: info@ossigenoozono.it
Web: www.ossigenoozono.it  

Print Friendly, PDF & Email