Home Territorio Estero Expo City di Dubai ospiterà la COP28

Expo City di Dubai ospiterà la COP28

190


Download PDF

Un’affermazione dell’impegno degli Emirati Arabi Uniti per lo sviluppo sostenibile e la continuità dell’eredità di “Expo”

Lo sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Presidente degli Emirati Arabi Uniti, ha ordinato di ospitare la 28a sessione della Conferenza degli Stati Parte della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sulla Cambiamenti climatici, COP28, in “Expo City Dubai”, che è stata la sede di Expo 2020 Dubai ospitata dal Paese. Lo riporta l’agenzia di stampa “WAM“.

La decisione è stata presa in quanto si tratta di un sito eccezionale che ha rappresentato una destinazione illustre che ha riunito il mondo negli Emirati Arabi Uniti in sei mesi.

La ventottesima sessione del convegno è incentrata sui temi principali, tra cui: attuare gli impegni sul clima, includere tutti, unire gli sforzi e lavorare insieme per adottare misure pratiche concrete e soluzioni che contribuiscano a superare le sfide e cogliere le opportunità per garantire un futuro sostenibile per le generazioni presenti e future.

Questa scelta è un’estensione dell’eredità di Expo e del suo messaggio principale di “Collegare le menti e creare il futuro”… e un’affermazione del continuo impegno nei suoi temi che puntano su “sostenibilità”, “opportunità” e “mobilità”, nonché la disponibilità di infrastrutture avanzate, pronte e sostenibili, in linea con la visione degli Emirati Arabi Uniti per questa sessione della COP.

Si prevede che la conferenza vedrà la partecipazione di oltre 45.000 partecipanti ogni giorno, inclusi capi di stato e di governo, leader di organizzazioni internazionali, rappresentanti del settore privato, accademici, esperti e rappresentanti delle organizzazioni della società civile.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.