Home Territorio Conclusi a Forlì tricolori FASI arrampicata sportiva disciplina boulder

Conclusi a Forlì tricolori FASI arrampicata sportiva disciplina boulder

523
arrampicata sportiva disciplina boulder


Download PDF

Camilla Moroni si riconferma campionessa. Michael Piccolruaz torna campione italiano per la quarta volta

Riceviamo e pubblichiamo.

Un dominio indiscutibile. Così, esprimendo tutta la sua forza sui blocchi allestiti nella palestra indoor della Vertical Climbing Community di Forlì, la 21enne genovese Camilla Moroni e il 27enne di Bolzano Michael Piccolruaz conquistano in finale i top e le zone utili a vincere il Campionato italiano nella specialità boulder, senza corde ed imbragatura.
Per la ragazza ligure è il tris dopo la vittoria di un anno fa a Roma e quella precedente a Bologna. Per l’altoatesino, invece, è il quarto successo dopo il primo di oramai 10 anni fa nel 2013 per poi bissare nel 2017 ed infine nel 2019.

Non è mancato lo spettacolo nella giornata conclusiva di una due giorni ricca di emozioni. Oggi infatti dopo una semifinale al mattino, molto intensa, con delle tracciature volutamente difficili per testare le condizioni degli atleti in vista dell’imminente impegno Svizzero di Berna con il Mondiale, i due azzurri delle Fiamme Oro hanno fatto la differenza.

La grande costanza di Camilla, unica atleta a risolvere tutti e 4 i blocchi di finale, confermandosi l’atleta da battere, e la notevole esperienza di Micha sfruttata per conquistare la terza zona sul problema numero 3, hanno permesso loro di avere la meglio sui problemi della finale a sei concorrenti, portandoli a conquistare il titolo tricolore.

Sul podio maschile l’argento è per il compagno di squadra Filip Schenk fino a quel momento campione in carica e che ha dovuto cedere lo scettro all’amico Micha.

Bronzo, invece, per il trentino Pietro Vidi, classe 2002, dell’Arco Climbing. Tutto azzurro anche il restante podio femminile. Dietro la tigre genovese al secondo posto si è piazzata infatti la 23enne di Scandiano Giulia Medici della Sport Promotion, e la cuneese Giorgia Tesio, in maglia Centro Sportivo Esercito.

Le voci

Questa gara è stata intensa sin dal turno di qualifica, più duro rispetto al solito, e con la finale molto impegnativa in quanto pensavo che Giulia (Medici) avesse fatto meno tentativi di me sui primi 3 blocchi e sapevo che per vincere avrei dovuto almeno fare zona sull’ultimo.

Quindi ho stretto i denti e ce l’ho messa tutta. Condividere il podio con lei e Giorgia (Tesio) mi motiva molto e saperle li cosi vicine mi ha dato la giusta motivazione per chiudere in testa la gara.

Adesso cerco di non farmi travolgere da troppo entusiasmo per questa vittoria, non essendo il mio obiettivo principale. Preferisco rimanere concentrata per i Mondiali di Berna e in questo momento devo cercare di arrivarci al meglio della mia forma mentale e fisica.
Camilla Moroni

Non mi sono sentito in uno stato di forma strepitoso oggi, i blocchi erano talmente duri che alla fine non ho fatto molto, sono stato però furbo sulla placca del blocco 3 conquistando la zona che mi ha dato la vittoria.

Ringrazio quel po’ di esperienza in più che magari i ragazzi giovani non hanno, avendo fatto meno gare di me. Basta pensare che io il primo campionato l’ho vinto nel 2013, oramai ben dieci anni fa.

Ovviamente sono contentissimo e spero di potermela giocare magari anche nelle prossime gare con un po’ più di top.

In generale, sono molto contento di vedere una difficoltà di blocchi cosi elevata anche nelle nostre gare nazionali, in modo che possano essere un buon campo di preparazione anche per quelle internazionali, anche se in finale forse erano troppo duri, alcuni quasi irrisolvibili al contrario della semifinale dove erano perfetti e mi hanno permesso di divertirmi molto.

Per i miei prossimi impegni vedremo. Purtroppo non sono stato selezionato per i mondiali di Berna quindi mi dedicherò ad altri obiettivi e soprattutto a raccogliere le idee per capire cosa fare nel futuro e partire motivato nella prossima stagione.
Michael Piccolruaz

A premiare i campioni dell’arrampicata sportiva, assieme al Presidente Federale, Davide Battistella, anche la Presidente del Consiglio Comunale di Forlì, Alessandra Ascari Raccagni, il Vicepresidente del CONI Emilia Romagna Vilma Rossi, il Consigliere comunale di Forlì Andrea Costantini ed il Consigliere Nazionale FASI Davide Manzoni , che si sono complimentati con gli atleti e con gli organizzatori per la qualità messa in mostra da questa disciplina in forte ascesa, specialmente fra i più giovani.

Sempre in Emilia Romagna il prossimo weekend, 29 e 30 Luglio, si terrà alla Level 24 di Casalecchio di Reno l’ultima prova di Coppa Italia speed e la 2ª tappa di Coppa Italia Lead.

Print Friendly, PDF & Email