Home Territorio Anteprima Festival della Lentezza al Teatro della Rocca ‘Tagliavini’

Anteprima Festival della Lentezza al Teatro della Rocca ‘Tagliavini’

338
Anteprima Festival della Lentezza


Download PDF

In programma dal 10 al 14 marzo a Novellara (RE)

Riceviamo e pubblichiamo.

Dal 10 al 13 marzo 2022, presso il Teatro della Rocca ‘Franco Tagliavini’ di Novellara (RE), la rassegna ‘La porta accanto’ apre il percorso del Festival della Lentezza attraverso il nuovo anno.

Più che di un’anteprima, si tratta della costola di un corpo di eventi che, mescolando i linguaggi e le forme artistiche, porterà la manifestazione in giro per l’Italia per tutto il 2022.

Tentando di non limitarsi a puntare il dito sulle criticità, per suggerire invece una rotta da seguire con l’obiettivo di ottenere un cambiamento in meglio, il programma si articola in incontri, concerti ed eventi teatrali che invitano a indagare sulle emergenze della contemporaneità e sugli errori sistemici che continuano a produrre disastri umanitari, climatici e sociali.

Si parte giovedì 10 marzo, alle 10:30, il rapper Murubutu incontra le scuole in ‘Il migrante ha un solo colore’, dialogo con Pierluigi Senatore, giornalista e direttore di Radio Bruno.

Sarà un’occasione per approfondire il concetto di uno stile peculiare che si prefigge lo scopo di diffondere contenuti culturali attraverso l’hip-hop. Ingresso riservato alle scuole.

Storica figura del Teatro Valdoca è invece Mariangela Gualtieri a salire sul palco alle 21:00 di venerdì 11 marzo, per portare in scena l’armoniosa partitura ritmica de ‘Il quotidiano innamoramento’. Intrecciandoli a componimenti del passato, la poetessa romagnola dà voce ai versi della sua ultima fatica letteraria, pubblicata da Einaudi, nel tentativo di generare un bagno acustico tanto privato quanto collettivo. Ingresso €18,00.

Sabato 12 marzo, alle 10:30, la narrazione e i disegni di Gianluca Foglia ‘Fogliazza’ e le composizioni originali di Emanuele Cappa per oud e chitarra si uniscono in un momento di teatro civile che ripercorre la storia, il pensiero e i viaggi del compianto attivista Vittorio Arrigoni.

Esplicitato nelle pagine del diario ‘Piombo Fuso’, il suo desiderio di dedicarsi alla difesa dei diritti umani acquista una nuova forza in ‘Vittorio – Restiamo umani’, assumendo la forma di un messaggio universale che invoca la necessità immediata della pace in tutte le Palestine del mondo. A seguire, l’incontro con Egidia Beretta Arrigoni.

Ingresso gratuito su prenotazione.

‘Futura umanità – Canti e poesie di libertà e rivolta – dedicato a Mimmo Lucano’ è il reading – concerto con cui, alle 21:00 di sabato 12 marzo, Mara Redeghieri e il suo trio elettroacustico chiudono questa giornata.

La prestigiosa produzione artistica di Stefano Melone arricchisce la resa di quello che si presenta come un inno alla libertà e alla resistenza senza tempo, in cui l’ex voce degli Ustmamò propone brani del suo ultimo lavoro discografico, canti partigiani e anarchici di rivolta, scritti e poesie che narrano l’identica disperazione e tribolazione dei poveri e degli oppressi.

Domenica 13 marzo alle ore 16:00 si terrà infine l’incontro pubblico ‘Se questa è Europa’ con Pietro Bartolo, Europarlamentare, Elly Schlein, Vicepresidente Regione Emilia Romagna, e Giuseppe Catozzella, scrittore, moderato da Elisabetta Salvini, docente, per parlare della ‘linea’ che separa il Nord dai tanti Sud del mondo. Chi ha più, troppo, da chi ha meno, troppo poco.

L’Europa è una casa con molte porte. Spetta a noi scegliere se aprirle per accogliere o presidiarle per respingere.

Ingresso gratuito su prenotazione.
I biglietti degli spettacoli a pagamento sono in prevendita all’indirizzo https://teatronovellara.it/biglietteria, mentre è possibile prenotare gli eventi a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, scrivendo a festivalentezza@gmail.com.

Per partecipare a tutti gli appuntamenti in programma è necessario essere muniti di super Green Pass e indossare la mascherina, come da normativa Covid vigente.

Print Friendly, PDF & Email