Home Rubriche Muórze e surze Tortiglioni alla caporalessa

Tortiglioni alla caporalessa

503
Tortiglioni alla caporalessa


Download PDF

Ingredienti

400 grammi di tortiglioni
500 grammi di passata di pomodoro
200 grammi di provola affumicata
500 grammi di melanzane
60 grammi di olive nere denocciolate
100 grammi di parmigiano grattugiato
50 grammi di pane grattugiato
7 – 8 foglioline di basilico
Olio di semi q.b.
Olio EVO q.b.
Pepe o peperoncino q.b.
Sale q.b.

Procedimento

Questa ricetta è abbastanza elaborata, si tratta di una variante della pasta alla norma, alla quale ho apportato alcune modifiche mie, molto adatta nel periodo, visto che tra poco sarà stagione delle melanzane.

Partiamo proprio da queste, le laviamo, le tagliamo a cubetti e le friggiamo in abbondante olio di semi, poi le mettiamo sulla carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.
In un’altra padella mettiamo a scaldare l’olio EVO con del peperoncino spezzettato se ci piace. Quando la temperatura sarà giusta aggiungiamo la passata di pomodoro, le foglie di basilico spezzettate. Regoliamo di sale e mettiamo il pepe se non abbiamo usato il peperoncino.

Facciamo cuocere per 6 – 7 minuti, mentre in abbondante acqua salata metteremo a cuocere la pasta, che scoleremo rigorosamente al dente, visto che avrà altre “ripassate”.
Nel frattempo avremo tagliato a dadini la provola affumicata.
Facciamo saltare i tortiglioni nel sugo, uniamo le olive il parmigiano e le melanzane.

Mescoliamo per bene e poi versiamo metà della pasta in una teglia precedentemente unta, una metà della provola, copriamo con quello che resta di pasta e di provola.
Cospargiamo di pane grattugiato e mettiamo in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti circa, senza dimenticarci di controllare ogni tanto.

Serviamo calda accompagnata da un buon Etna bianco freddo al punto giusto.

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email
Carolina Barra

Autore Carolina Barra

Carolina Barra, impiegata in pensione, profonda conoscitrice del cibo in tutte le sue declinazioni, adora cimentarsi nei piatti tipici della tradizione e scoprirne i trucchi per poterli tramandare.