Home Territorio Estero SMOCSG, Delegazione della Toscana: solidarietà con popolo ucraino

SMOCSG, Delegazione della Toscana: solidarietà con popolo ucraino

1106
Donazioni SMOCSG


Download PDF

Donati generi alimentari e di prima necessità e aperto conto corrente dedicato

All’indomani dello scoppio della guerra in Ucraina, i Cavalieri Costantiniani della Delegazione della Toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio hanno da subito aderito a diverse iniziative di solidarietà in favore della popolazione Ucraina.

In poco più di 4 mesi, grazie alla sensibilità e alla generosità di Dame, Cavalieri e Postulanti toscani della Sacra Milizia Costantiniana è stato possibile realizzare una serie di iniziative.

Effettuare 4 distinte consegne di generi alimentari e di prima necessità sia presso la Basilica di Santa Sofia in Roma, sia presso la parrocchia Nostra Signora della Neve in La Spezia, da dove alimenti a lunga conservazione, medicinali, materiale per la sanificazione e l’igiene personale, indumenti, calzature, coperte e trapunte, sono stati inviati in Ucraina, in Polonia e Romania, dove si sono concentrati il maggior numero di profughi provenienti dalle zone di guerra.

Organizzare, grazie ad un mezzo allestito a cura dei confratelli Damiano Landi e Antonio Cerrai del coordinamento per la Toscana Centrale – città di Pisa, la consegna diretta di generi di prima necessità in territorio ucraino.

Aderire, con un importante donativo, all’iniziativa benefica dell’Arcidiocesi di Arezzo – Cortona – Sansepolcro, che ha attivato un conto corrente dedicato a far giungere i contributi alle Caritas delle diocesi confinanti con l’Ucraina e aperto all’accoglienza di chi è costretto a fuggire.

Inviare un ulteriore sostanzioso donativo all’Arcidiocesi di Siena – Colle di Val d’Elsa -Montalcino, che ha avviato una raccolta di fondi: a favore delle missioni dell’Opera Don Orione in Ucraina. In particolare per il centro coordinato dalle Suore di Don Orione a Korotycz, vicino a Charkiv, dove vengono accolte 40 mamme e bambini, che non sono riusciti a spostarsi e vivono con loro questo momento di grande tensione; per il monastero Don Orione di Leopoli dove i religiosi orionini hanno realizzato un centro di accoglienza per i rifugiati che stanno arrivando da tutto il Paese.

Le iniziative della Delegazione della Toscana hanno ricevuto i ringraziamenti dell’Arcivescovo metropolita di Siena, il Cardinale Augusto Paolo Lojudice; del Vescovo di Arezzo, l’Arcivescovo Riccardo Fontana; di Padre Marco Semehen, Rettore della Basilica di Santa Sofia; e, per loro tramite, la riconoscenza ed il ringraziamento di quanti, anche grazie ai Cavalieri toscani, hanno potuto alleviare le proprie sofferenze e ricevere un segno di speranza per il futuro.

Nel condividere le espressioni di apprezzamento con le Dame, i Cavalieri e i Postulanti che hanno aderito all’iniziativa di solidarietà, il Pro Delegato ad Interim, Cav. Rag. Carlo Testi ha ringraziato il Pro Delegato, Cav. Dott. Massimo Planera, che si è fatto promotore ed organizzatore delle attività di solidarietà pro Ucraina; il Cav. Dott. Damiano Landi e il Cav. Antonio Cerrai del Coordinamento per la Toscana Centrale – Città di Pisa, il Coordinatore per la Toscana Occidentale, Cav. Massimo Illiano; il Coordinatore per la Toscana Orientale, Cav. Roberto Bianchini; i Cavalieri Salvatore Mazzeo, Enrico Moccia, Daniele Piermaria, Nicola Luongo e Giuseppe Rossi, e le Postulanti Luana Ghiandai ed Ersilia Ferrini, che si sono rese protagoniste di una sostanziosa raccolta di generi alimentari nella Città di Arezzo, garantendo l’approvvigionamento di prodotti per la sanificazione personale.

Print Friendly, PDF & Email