Home Territorio Situazione Critica 2022 – Ripartiamo dalle sale

Situazione Critica 2022 – Ripartiamo dalle sale

419
Situazione Critica 2022 - Ripartiamo dalle sale


Download PDF

Dal 4 ottobre al 9 novembre 4 film in 4 diverse sale della Campania presentati da importanti critici e studiosi

Quando ‘Situazione Critica’, la manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Porte Invisibili Media, ha avuto inizio, il 5 maggio del 2018, quel primo appuntamento era intitolato ‘Il dibattito sì: l’importanza delle rassegne cinematografiche e dei festival nella formazione di un pubblico maturo e critico‘.

All’indomani della pandemia e della crisi delle sale, la critica oggi potrebbe davvero essere la risposta alla domanda ‘A cosa serve la critica?’: magari proprio a salvare le sale cinematografiche.

Per far sì che lo spettacolo cinematografico in sala sia diverso da quello domestico, le dimensioni dello schermo non costituiscono più un parametro significativo. La sala deve ospitare, intorno alla proiezione, un evento, un dibattito, un incontro critico, un dialogo con l’autore e allora sì che la visione in sala sarà diversa da quella in casa.

L’esperienza maturata dal Cinema Troisi a Roma ne è la dimostrazione A tal scopo, l’edizione 2022 di ‘Situazione Critica’ reca come sottotitolo ‘Ripartiamo dalle sale‘ e si articolerà in quattro proiezioni con ospiti di grande prestigio e spessore, nell’ambito della critica, che presenteranno quattro film, approfondendone tematiche e forma.

L’esperienza del pubblico quindi potrà essere dialettica, di partecipazione alla discussione, nonché formativa, nella direzione di quell’educazione all’immagine che pare ormai imprescindibile e non solo nelle scuole.

Non a caso, sono stati stretti accordi con il Liceo Mazzini di Napoli, il Liceo Cirillo di Aversa e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli affinché gli studenti siano coinvolti nel progetto, come da tradizione della manifestazione, e possano partecipare alle proiezioni e ai dibattiti.

L’iniziativa si svolge con il contributo della Regione Campania e della Film Commission Regione Campania nonché con il patrocinio morale dell’AGIS – Unione regionale Campania.

Il programma di ‘Situazione Critica 2022’

I 4 appuntamenti di Situazione Critica, tutti ad ingresso gratuito, 2022 saranno:

  • il 4 ottobre alle ore 19:00, presso il Cinema Plaza di Napoli, si terrà la proiezione di ‘L’appartamento’ di Billy Wilder, presentato dal critico, storico del cinema e docente universitario, Valerio Caprara;
  • il 12 ottobre alle 19:00, presso il cinema Vittoria di Napoli, si terrà la proiezione di ‘Manhunter’ di Michael Mann, presentato da Pier Maria Bocchi, critico di Film TV, Cineforum, e autore della monografia ‘Michael Mann – Creatore di immagini’ per i tipi della Minimum Fax;
  • il 25 ottobre alle 10:00 presso il Cinema Filangieri di Napoli, si terrà la proiezione di ‘Grosso guaio a Chinatown’ di John Carpenter, presentato da Roy Menarini, critico cinematografico e docente universitario di Cinema e Industria culturale;
  • il 9 novembre alle 9:00, presso il cinema Vittoria di Aversa, si terrà la proiezione di ‘L’uomo caffelatte’ di Melvin Van Peebles presentato da Rosario Gallone.
Print Friendly, PDF & Email

Autore Paco De Renzis

Nato tra le braccia di Partenope e cresciuto alle falde del Vesuvio, inguaribile cinefilo dalla tenera età… per "colpa" delle visioni premature de 'Il Padrino' e della 'Trilogia del Dollaro' di Sergio Leone. Indole e animo partenopeo lo rendono fiero conterraneo di Totò e Troisi come di Francesco Rosi e Paolo Sorrentino. L’unico film che ancora detiene il record per averlo fatto addormentare al cinema è 'Il Signore degli Anelli', ma Tolkien comparendogli in sogno lo ha già perdonato dicendogli che per sua fortuna lui è morto molto tempo prima di vederlo. Da quando scrive della Settima Arte ha come missione la diffusione dei film del passato e "spingere" la gente ad andare al Cinema stimolandone la curiosità attraverso i suoi articoli… ma visto i dati sconfortanti degli incassi negli ultimi anni pare il suo impegno stia avendo esattamente l’effetto contrario. Incurante della povertà dei botteghini, vagamente preoccupato per le sue tasche vuote, imperterrito continua la missione da giornalista pubblicista.