Home Rubriche Da Oriente a Occidente Se parlassi con gli Angeli

Se parlassi con gli Angeli

307
angeli


Download PDF

Aprendo gli Occhi al Mistero

Si avvicinò allo schermo, sfogliando come si fa con un libro, le pagine di internet.
Guaritori, veggenti, medium, tarologi, ufologi, lettori di vite precedenti e vite future e, tutto ciò, gli diede molto da pensare, poiché ognuno di questi particolari visionari aveva uno schedario ben definito delle proprie parcelle, così, come se fossero avvocati, architetti, notai, commercialisti o quant’altro di simile.

E io?

Si domandò…

Se sapessi davvero parlare con gli Angeli, se realmente potessi parlare con Dio e vedere il passato, il presente e il futuro di tutte le genti… come mi sentirei? Come mi comporterei? Cosa farei? Cosa direi?

E si rispose da solo in questo modo:

Se davvero sapessi parlare con Dio, con gli Angeli, con le Anime che hanno abbandonato questa povera Terra, con gli Spiriti Guida, e se fossi davvero in grado di dimostrarlo, sarei l’uomo più felice del mondo, ed uscirei per strada, nelle piazze, tra la gente, e, senza chiedere un solo centesimo, mi metterei a disposizione di tutti.

Non avrei bisogno di chiedere denaro, perché sarei capace di togliere dalle menti dell’essere umano la paura più angosciante, la paura della morte, il terrore del nulla.

E chi è davvero capace di fare una cosa del genere non ha bisogno di chiedere soldi a nessuno, perché sarebbe riempito di ricchezze senza la necessità di domandare nulla.

Se davvero potessi comunicare con l’aldilà, e potessi realmente dimostrare di poterlo fare, renderei le persone così tanto felici che sarebbero loro stesse a donarmi a piene mani tutto quello che possono.

Se davvero sapessi parlare con Dio, con gli Angeli, con gli Spiriti Guida o con i defunti, sarei capace di togliere dalla Terra il male peggiore, il male più atroce, l’angoscia più assillante, e sarei felice io stesso di vivere senza chiedere un solo centesimo, poiché fiducioso nella provvidenza divina. Vedendosi sollevati da ogni ansietà gli esseri umani si prenderebbero cura di me come si prenderebbero cura del loro bene più prezioso.

Oh certo, io, oltretutto, non avrei alcun bisogno delle loro cure, giacché mi sentirei serenamente abbandonato tra le braccia dell’Amore Cosmico e vivrei, giorno dopo giorno, aspettando fiducioso il mio stesso ultimo respiro, sapendo che poi sarei accolto nel respiro di Dio!

Ma in internet non vedeva tutto questo, al contrario, vedeva facce preoccupate di vincere la concorrenza poiché, in assenza di clienti, la provvidenza non avrebbe affatto provveduto.

A lui, invece, sarebbe bastato incontrare un Angelo anche una sola volta:

Esisti? Ci sei per davvero? Allora esiste anche Dio, e tutto quanto di più bello io possa sperare; di cosa mai dovrei preoccuparmi? Non ho null’altro da chiederti perché, incontrandoti, tutte le mie paure per il presente e per il futuro si sono dissolte.

Cosa è stato ieri? Dio! Cosa è oggi? Ancora Dio. Cosa sarà domani? Sempre solo e unicamente Dio!

Si domandava perché mai, tutti questi veggenti di internet non possedessero la capacità di abbandonarsi nelle Mani dell’Amore Universale, pur parlando con Dio, con gli Angeli, gli Spiriti Guida e i defunti. Come mai erano così ansiosi di procurarsi clienti, dal momento che possedevano già il bene più prezioso, cioè la certezza di una Vita oltre la Vita?

Forse che non ci credessero nemmeno loro?

Così pensò di se stesso:

Sono solo un essere umano qualunque. Non ho mai incontrato Dio, Angeli, Extraterrestri, Spiriti Guida o Defunti. Mi rattrista non poter rassicurare nessuno. Posso solo prendere per mano coloro che incontro lungo il mio Cammino.

Per affrontare l’ultimo dei giorni con la consolazione che, anche se lo dovremo incontrare in solitudine… almeno fino a lì… almeno fino a quel confine… ci saremo arrivati in compagnia… una compagnia senza parcelle… del tutto gratuita… perché non esistono in nessun luogo del Mondo Cuori Sinceri, in vendita, in vetrina.

Print Friendly, PDF & Email
natyan

Autore natyan

natyan, presidente dell’Università Popolare Olistica di Monza denominata Studio Gayatri, un’associazione culturale no-profit operativa dal 1995. Appassionato di Filosofie Orientali, fin dal 1984, ha acquisito alla fonte, in India, in Thailandia e in Myanmar, con più di trenta viaggi, le sue conoscenze relative ai percorsi interiori teorici e pratici. Consulente Filosofico e Insegnante delle più svariate discipline meditative d’oriente, con adattamento alla cultura comunicativa occidentale.