Home Territorio A Reggio Emilia incoronati i nuovi campioni italiani di Paraclimbing

A Reggio Emilia incoronati i nuovi campioni italiani di Paraclimbing

263
Paraclimbing


Download PDF

La gara ha messo in luce talenti ‘già noti’ e novità promettenti

Riceviamo e pubblichiamo.

Il Campionato Italiano Paraclimbing è stato illuminato dal sole di Reggio Emilia, dall’entusiasmo degli atleti partecipanti e dalla splendida notizia che questo sport potrebbe fare il suo debutto alle Olimpiadi di Los Angeles 2024.

È necessario però attendere la conferma definitiva, che dovrebbe arrivare il 26 giugno.

Nel frattempo, la gara ha messo in luce talenti ‘già noti’ e novità promettenti.

Per la categoria Blind, gruppo B1 si confermano Campioni Italiani Pierino Orsini, ASD Disabili Roma 2000, e Nadia Bredice, Arco Climbing.

Argento per Giulia Buonaiuto e bronzo per Sabina Floriana Moldovan, entrambe di ASD Disabili Roma 2000.

Si confermano Campioni per la categoria B2 Giulio Cevenini, Four Climbers Bologna, e per la categoria B3 Michele Yongan Montrasio, MilanoArrampicata ASD, seguito da Pietro Serventi, A1 Climbing.

Nella categoria AU2 è nuovamente Campionessa Italiana Lucia Capovilla, Arco Climbing, argento per Laura Di Mauro, Boulder&co. Sul fronte maschile è oro anche per Daniel Biavaschi, MilanoArrampicata ASD.

Nella categoria AL1 si laurea Campione Tommaso Mazzotti, Vertical Forlì, argento per Giuseppe Lomagistro, K2 Indoor, bronzo per Mirco Bressanelli, Maniro Climbing ASD.

Nella categoria AL2, la più numerosa, si conferma Campione Italiano David Kammerer, AVS Bruneck, che anche in qualifica aveva realizzato 2 top, seguito da Michele Maggioni, Kundalini Milano, argento, e Francesco Giudice, Adrenaline Milano, bronzo.

Oro anche per Fiamma Cocchi, Stone Monkey Firenze, nella stessa categoria, con un bel top in qualifica.

Nella RP1 resta stabilmente al vertice Gian Matteo Ramini, Arco Climbing, seguito da Matteo Pirani, CUS Torino, argento.

Sul fronte femminile altrettanto inamovibile dal gradino più alto Maria Laura Muratori, PGS Welcome Bologna, argento per Irene Formento, Rocodromo ASD, e bronzo per Sara Ghisleni, A1 Climbing.

Nella categoria RP2 i Campioni sono Alessio Cornamusini, Gruppo Lasco Castelfiorentino, e Aurora Alberto, Rocodromo ASD.

Nella RP3 si conferma Campione Italiano Cesare Cunico, X-Fighter Team, argento per Pietro Azzolini, King Rock Climbing Verona, e bronzo per Simone Tiozzo, Rocodromo ASD.

Nel comparto femminile si conferma Campionessa Elisa Martin, Teste di Pietra PN, seguita da Chiara Cavina, Four Climbers Bologna.

Dopo le premiazioni, con il Presidente FASI Davide Battistella presente ad assegnare le medaglie agli atleti, il DT Cristina Cascone ha consegnato ufficialmente le divise della Nazionale a tre nuovi componenti della squadra azzurra: Tommaso Mazzotti, Fiamma Cocchi e Laura Di Mauro.

Il Presidente Battistella ha voluto sottolineare l’impegno e l’entusiasmo che viene costantemente investito in questo settore:

Complimenti all’organizzazione, alla Just Climb e a tutti gli atleti. Ma un ringraziamento speciale ai tracciatori perché una gara riesce bene quando le vie sono tracciate ad hoc per tirare fuori il meglio dagli atleti.

L’obiettivo a cinque cerchi sarebbe la massima consacrazione per il Paraclimbing e per il suo sviluppo, quindi confidiamo che possa approdare a Los Angeles 2028.

Complimenti al nostro Direttore Tecnico Cristina Cascone e ai tecnici federali che stanno facendo un lavoro incredibile per sostenere la crescita dei nostri ragazzi.

A sua volta, il DT Cristina Cascone ha dichiarato:

Ringrazio lo staff con cui lavoro: Luca Montanari, Camilla Bendazzoli e il fisioterapista Daniele Audia.

Il Presidente dice bene per quanto riguarda le tracciature: noi abbiamo la fortuna di avere Loris Manzana, tracciatore a livello internazionale e questo fa la differenza, sia nell’organizzazione dei nostri raduni che nelle gare.

Con la Nazionale abbiamo gareggiato in Coppa del Mondo a Salt Lake City, il prossimo weekend competeremo a Innsbruck e poi, dopo ben 10 anni, la Coppa del Mondo Paraclimbing tornerà in Italia, ad Arco di Trento.

Si tratta di uno sforzo incredibile messo in atto dalla Federazione tutta, fortemente voluto dal nostro Presidente, una tappa che sta a suggellare la crescita di questo movimento.

Avremo la fortuna di organizzarla all’interno del Centro Federale di Arco di Trento, che è in ristrutturazione, e sarà l’occasione per inaugurarlo ufficialmente.

Era presente, a premiare gli atleti, anche Mauro Rozzi, in rappresentanza della Fondazione per lo Sport Reggio Emilia, che ha portato i saluti da parte della Fondazione, dell’Amministrazione Comunale e del Sindaco Marco Massari:

Vorrei fare i complimenti agli atleti che stanno dando un esempio significativo a tanti altri ragazzi che possono impegnarsi nell’arrampicata o in altre attività sportive.

I miei complimenti alla FASI perché è una Federazione che sta crescendo tanto: quando si lavora con una base solida poi si raccolgono i risultati.

Una parte degli atleti presenti al Campionato parteciperà stamattina al raduno della Nazionale, in vista del prossimo impegno in Coppa del Mondo a Innsbruck il 24 – 25 giugno.

Print Friendly, PDF & Email