Home Territorio Estero Premio LUX: presentata l’edizione 2021, film e voto online

Premio LUX: presentata l’edizione 2021, film e voto online

165
LUX il premio del pubblico per il cinema europeo 2021


Download PDF

‘LUX Film Days’: dal 4 al 23 maggio su My Movies visione gratuita di ‘Collective’ di Alexsander Nanau e ‘Corpus Christi’ di Jan Komasa che potranno essere votati dai cittadini e dai parlamentari

L’edizione 2021 del Premio LUX, promosso dal Parlamento Europeo e dall’European Film Academy in collaborazione con la Cineteca di Bologna e lo sportello Europe Direct del Comune di Bologna, si svolgerà online.

Per la prima volta il riconoscimento istituito nel 2007 per mettere in luce il dibattito pubblico sulle politiche dell’Unione e sostenere la circolazione delle coproduzioni europee non vedrà coinvolte le sale cinematografiche, in buona parte ancora chiuse a causa dell’emergenza pandemica: sarà la piattaforma digitale My Movies a permettere la visione di due delle tre pellicole in competizione.

Con una conferenza evento di presentazione, completamente telematica, il 3 maggio, ore 17:00, si sono aperti i ‘LUX Film Days’ che, dal 4 al 23 maggio, consentiranno gratuitamente la visione di ‘Collective’ di Alexsander Nanau e ‘Corpus Christi’ di Jan Komasa.

LUX Film Days

La maggior parte dei partecipanti alla presentazione della rassegna, da Giancarlo Zoppoli e Gianluca Guzzo di My Movies, al Direttore Ufficio in Italia del Parlamento Europeo Carlo Corazza, ha sottolineato l’importanza che il Premio LUX ha per il Cinema Europeo da quando è stato istituito indicando nell’edizione 2021 la partenza di un’evoluzione che coinvolga sempre di più i cittadini europei.

Infatti, a differenza delle precedenti edizioni, nel 2021 a votare il Miglior Film Europeo non saranno esclusivamente i Parlamentari dell’Unione ma anche gli spettatori che, dopo la visione della pellicola, potranno giudicarla incidendo sull’assegnazione del riconoscimento finale.

Premio Lux 2021

Gianluca Farinelli, Direttore della Cineteca di Bologna che dal 2007 ospita il Premio LUX, si è detto fiducioso e ha auspicato che la rassegna di quest’anno, seppur straordinariamente in versione digitale, faccia da spartiacque per la definitiva riapertura delle sale e per il ritorno delle opere cinematografiche nei luoghi che gli competono: i grandi schermi.

Nel presentare i film in competizione, che potranno essere visti su My Movies, ha dichiarato:

Sono due piccoli capolavori di due giovani registi europei, un rumeno e un polacco. ‘Collective’ di Nanau è un documentario stupefacente, la macchina da presa è sempre dove avvengono i fatti. Sembra un film di finzione scritto perfettamente e, invece, è tutto vero.

Paradossalmente, il polacco ‘Corpus Christi’ è un film di finzione che, a tratti, pare un documentario per quanto colpisca la narrazione così realistica e la bravura del protagonista.

Fino a qualche anno fa i film europei ci portavano ad esplorare Paesi che non conoscevamo. Ora, come dimostrano le opere in competizione, raccontano più a fondo le diversità con cui si affrontano problematiche che uniscono le nazioni del continente. Ricordiamo che entrambi sono stati candidati agli Oscar come Miglior Film Internazionale, così come il terzo titolo in competizione, ‘Un altro giro’ di Thomas Vinterberg, che è stato premiato dall’Academy.

Lux - Gianluca Farinelli Cineteca di Bologna

Dopo un veloce saluto del regista di ‘Collective’, il polacco Alexsander Nanau, che, oltre a dirsi onorato per essere in competizione per un premio così importante ha voluto sottolineare che le storie che si raccontano attraverso i film possono dare un reale contributo alla nostra società, alla presentazione dei LUX Film Days, è arrivato il video messaggio dell’europarlamentare Sabrine Verheyen.

La Presidente della Commissione per la Cultura e l’Istruzione del Parlamento Europeo ha sottolineato:

Il Premio LUX è uno dei più bei progetti organizzati dal Parlamento Europeo a sostegno della diversità culturale e ha avuto una costante evoluzione da quando è stato istituito.

Attraverso questo premio il Parlamento sostiene il Cinema Europeo e ne promuove la distribuzione.

Il Cinema Europeo è il riflesso della nostra società ed è uno dei mezzi più efficaci per trasmettere i valori europei quali l’uguaglianza, la libertà di espressione e la democrazia.

La Cultura ci differenzia ma, al contempo, è una forza che ci avvicina e ci unisce, creando ponti tra i diversi Stati europei.

Il Premio LUX è il perfetto esempio di questo fenomeno: i film rispecchiano l’unicità delle tecniche cinematografiche del Paese di produzione.

Il Premio LUX ha contribuito a sostenere il Cinema rendendo la diversità dei film europei più visibile ed accessibile ai cittadini di ogni Paese dell’Unione.

La pandemia scoppiata lo scorso anno ha imposto forti limitazioni alla nostra Cultura e al nostro Cinema. Gli eventi culturali e creativi e la produzione di nuovi contenuti hanno subito una battuta d’arresto in tutta Europa. Per questo il Premio LUX sarà di ancora maggior sostegno alla creatività europea e alla diversità dell’industria cinematografica europea.

Il Cinema europeo riveste un ruolo fondamentale nella tutela della nostra diversità culturale e di estrema rilevanza, soprattutto ora.

A causa della pandemia quest’anno i film in gara per il Premio LUX non potranno essere proiettai nei cinema di tutta Europa come in passato, ma, grazie ad una transizione digitale che prevede tecnologie come lo streaming, sarà possibile vederli online, coinvolgendo un pubblico ancora più vasto.

Gli spettatori potranno votare il loro film preferito online. I film creano una connessione tra artisti e pubblico. Il Parlamento Europeo vuole andare oltre e rafforzare il legame tra l’Europa e i suoi cittadini.

Per questo riteniamo fondamentale dare ai cittadini europei la possibilità di eleggere il vincitore del Premio insieme ai membri del Parlamento Europeo.

Quest’anno gli europarlamentari e i membri dell’Accademia europea del Cinema hanno selezionato per il Premio LUX tre pellicole di eccezionale qualità artistica, candidate anche ai Premi Oscar, a dimostrazione della straordinaria creatività che da sempre contraddistingue i cineasti europei. Invito tutti a vedere questi film.

Lux - Sabine Verheyen - Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo

A partire dal 4 maggio, gli spettatori avranno la possibilità di visionare ‘Collective‘ di Alexsander Nanau e ‘Corpus Christi‘ di Jan Komasa, due dei film in competizione – il terzo è ‘Un altro giro’ di Thomas Vinterberg Premio Oscar come Milgior Film Internazionale – , registrandosi gratuitamente sulla piattaforma di MYmovies, ed esprimendo poi il proprio voto sul sito ufficiale del Premio Lux.

 

Print Friendly, PDF & Email
Paco De Renzis

Autore Paco De Renzis

Nato tra le braccia di Partenope e cresciuto alle falde del Vesuvio, inguaribile cinefilo dalla tenera età… per "colpa" delle visioni premature de 'Il Padrino' e della 'Trilogia del Dollaro' di Sergio Leone. Indole e animo partenopeo lo rendono fiero conterraneo di Totò e Troisi come di Francesco Rosi e Paolo Sorrentino. L’unico film che ancora detiene il record per averlo fatto addormentare al cinema è 'Il Signore degli Anelli', ma Tolkien comparendogli in sogno lo ha già perdonato dicendogli che per sua fortuna lui è morto molto tempo prima di vederlo. Da quando scrive della Settima Arte ha come missione la diffusione dei film del passato e "spingere" la gente ad andare al Cinema stimolandone la curiosità attraverso i suoi articoli… ma visto i dati sconfortanti degli incassi negli ultimi anni pare il suo impegno stia avendo esattamente l’effetto contrario. Incurante della povertà dei botteghini, vagamente preoccupato per le sue tasche vuote, imperterrito continua la missione da giornalista pubblicista.