Home Campania Comune di Napoli Napoli, lavori di manutenzione Reale Pontificia Basilica di San Giacomo

Napoli, lavori di manutenzione Reale Pontificia Basilica di San Giacomo

226
Reale Pontificia Basilica di San Giacomo


Download PDF

Il 10 maggio firma dell’accordo di collaborazione tra Comune di Napoli e Reale Arciconfraternita e Monte del SS. Sacramento dei Nobili Spagnoli per la promozione del valore culturale, storico e artistico della Reale Pontificia Basilica di San Giacomo

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Sono iniziati presso la Reale Pontificia Basilica di San Giacomo, in piazza Municipio, i lavori per 285 mila euro, in base all’Accordo Quadro ‘Manutenzione Straordinaria Edile ed Impiantistica Immobili Comunali non a Reddito’.
I lavori riguardano la messa in sicurezza di una facciata, gli ambienti interni e il lastrico di copertura di un blocco prospiciente una corte di confine tra la Basilica e Palazzo San Giacomo, spazi che insistono sulla navata laterale e per i quali saranno ripristinati gli intonaci ammalorati dall’azione degli agenti atmosferici.

Tutte le operazioni interne ed esterne seguiranno il criterio del minimo intervento, escludendo operazioni invasive e mantenendo i caratteri tipologici e architettonici originari.

Con l’occasione sarà firmato lunedì 10 maggio, alle ore 12:00, presso la Reale Pontificia Basilica San Giacomo, in piazza Municipio, l’accordo di collaborazione tra Comune di Napoli e Reale Arciconfraternita e Monte del SS. Sacramento dei Nobili Spagnoli per la promozione del valore culturale, storico e artistico della Reale Pontificia Basilica di San Giacomo e l’utilizzo della stessa per lo svolgimento di visite guidate, eventi e funzioni religiose.

L’accordo, il cui schema è stato approvato in Giunta comunale, ha recepito la proposta degli Assessori al Patrimonio, ai Lavori Pubblici Alessandra Clemente e Assessore alla Cultura e al Turismo Annamaria Palmieri di preservare e valorizzare un bene di tanto pregio, importante elemento della storia napoletana e dello stesso palazzo sede del governo cittadino, e al contempo la volontà del governo dell’arciconfraternita, rappresentato dal Principe di Melissano e di Scanno don Landolfo Ambrogio Caracciolo, di mettere a disposizione del Comune di Napoli la Basilica di San Giacomo.

Con la firma dell’accordo sarà infatti promosso l’uso della basilica all’Amministrazione, alla cittadinanza e ai tanti turisti interessati e sarà possibile utilizzarne gli spazi per cerimonie istituzionali e commemorazioni.

La visita alla Basilica di San Giacomo degli Spagnoli rientrerà nell’ambito dell’iniziativa ‘San Giacomo Porte Aperte’, che conta più di 70.000 visitatori nelle stanze di Palazzo San Giacomo dal 2012 ad oggi.

Si potranno inoltre utilizzare gli spazi disponibili per eventi istituzionali, nel rispetto della sacralità dei luoghi.

Ha dichiarato l’Assessore Alessandra Clemente:

In un momento che ci auguriamo preluda ad una definitiva ripresa delle attività quotidiane, ad una rinascita, noi continuiamo a lavorare non tralasciando mai l’aspetto della conservazione e valorizzazione dell’immenso patrimonio culturale napoletano, restituendo oggi alla comunità una chiesa parte del complesso architettonico di Palazzo San Giacomo e i suoi capolavori.

Print Friendly, PDF & Email