Home Sport MotoGP: Dominio Lorenzo in Qatar; Rossi e Marquez show sotto i riflettori

MotoGP: Dominio Lorenzo in Qatar; Rossi e Marquez show sotto i riflettori

634
Il podio del Gp Del Quatar


Download PDF
Lo spagnolo Jorge Lorenzo domina la prima gara stagionale della MotoGP staccando tutti sin dal via. Secondo posto per Valentino Rossi che con una rimonta delle sue regola il debuttante Marquez, a podio davanti al compagno di squadra Pedrosa. Dovizioso settimo alla prima sulla Ducati.

Una gara così la MotoGP la attendeva da anni, da due esattamente, da quando Valentino Rossi aveva lasciato la Yamaha per la sciagurata avventura in Ducati. Tornato a “casa sua”, il Dottore manda indietro le lancette, sfoderando una prestazione da urlo, terminando secondo dietro l’inarrivabile (per stasera) Lorenzo.

Lorenzo vola verso la vittoria
Lorenzo vola verso la vittoria

Il campione del mondo in carica ha letteralmente dominato a Losail, partendo alla grande e riuscendo a imporre il proprio ritmo, nessuno lo vedrà più se non al traguardo. Alle sue spalle invece succede di tutto, perché Pedrosa, Dovizioso e Rossi partono bene, poi Valentino provando a passare il ducatista commette un errore che gli fa perdere tre posizioni e lo rispedisce settimo (dov’era partito) dietro a Crutchlow, Marquez e Bradl. Comincia lì lo spettacolo, perché mentre Dovizioso cede posizioni, Marquez e Crutchlow formano un terzetto con Dani Pedrosa mentre Rossi ci mette ben sei giri ad aver la meglio su Bradl. Una volta liberatosi del tedesco, che cade nel tentativo di stargli al passo, Valentino comincia a macinare giri veloci in solitudine e a sei giri dal termine riagguanta il trio Marquez-Pedrosa-Crutchlow mentre Lorenzo è ormai lontano anni luce; comincia lo show.

Rossi prima piega la resistenza del pilota inglese inducendolo all’errore, poi si mette dietro anche Pedrosa; va così in scena il confronto generazionale tanto atteso fra il campione di Tavullia e il fenomeno spagnolo Marc Marquez. A due giri dal termine Rossi passa Marquez che sul rettilineo successivo si riprende la posizione, Vale non ci sta e due curve dopo lo passa definitivamente con una gran staccata. Sotto la bandiera a scacchi è festa per Lorenzo, Rossi e Marquez, mentre Pedrosa conferma di non amare la pista qatariota terminando alle spalle del suo compagno di squadra debuttante in MotoGP. Davvero notevole la competitività del giovane spagnolo, mai domo fino al traguardo anche di fronte ad un avversario come Rossi.

Rossi in azione: per lui una rimonta strepitosa!
Rossi in azione: per lui una rimonta strepitosa!

Gara difficile per le Ducati, anche se dopo l’ottima qualifica (quarto) Dovizioso aveva fatto un po’ da “pompiere” cercando di calmare gli entusiasmi; in gara, in effetti, si è vista l’evidente difficoltà dei piloti della “rossa” a mettere le ruote dove volevano. C’è tanto ancora da lavorare.

Nella “sfida” tra le CRT, Aleix Espargaro vince davanti al compagno di squadra De Puniet su ART del team Aspar, terminando la sua gara a soldi cinque secondi dalla Ducati di Spies!

Tripletta spagnola in questo primo appuntamento del Motomondiale con la vittoria di Luis Salom in Moto3 e Pol Espargaro (fratello di Aleix) in Moto2.

Prossimo appuntamento in Texas sul nuovo circuito di Austin sul quale durante i test invernali Marquez è stato davvero inavvicinabile per gli altri. Riuscirà nell’impresa di vincere alla sua seconda gara in MotoGP? Lo sapremo fra due settimane ma intanto tutti sanno che Rossi è ancora competitivo. Se lo sarà abbastanza per combattere contro un Lorenzo così veloce lo scopriremo. Intanto…godiamocelo!

Nunzio Iervolino

Ordine D’Arrivo                     Classifica Piloti

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!