Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, benemerenza regionale al professor Silvio Garattini

Lombardia, benemerenza regionale al professor Silvio Garattini

514
Silvio Garattini


Download PDF

La cerimonia il 17 luglio a Palazzo Pirelli

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Regione Lombardia premia il professor Silvio Garattini in occasione dei suoi 90 anni, assegnandogli una benemerenza per i meriti medico-scientifici riconosciuti a livello internazionale e l’impegno instancabile nello sviluppo della ricerca farmacologica.
La benemerenza sarà consegnata domani martedì 17 luglio alle ore 10:00 nell’Aula consiliare di Palazzo Pirelli, durante una cerimonia all’inizio della seduta di Consiglio regionale: a consegnare il premio saranno il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il Presidente della Giunta regionale Attilio Fontana, che nei loro interventi introduttivi porteranno il ringraziamento e il plauso dell’istituzione regionale.

Evidenzia il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi:

Dobbiamo fare di più per la ricerca scientifica: l’Italia si posiziona sotto la media dell’Unione europea, e fra le cause c’è sicuramente una carenza di investimenti.

A fronte di una media europea di spesa in ricerca e sviluppo del 2,03% del prodotto interno lordo, l’Italia investe solo l’1,29%, decisamente poco, se si considera inoltre che l’obiettivo per il 2020 è fissato al 3%.

Nonostante questi dati poco felici, la nostra regione ha la fortuna di ospitare alcuni centri di avanguardia e di eccellenza in ambito medico e di ricerca come l’Istituto dei Tumori, lo IEO, il Besta e l’istituto farmacologico Mario Negri, ma a livello nazionale tanto si può e si deve ancora fare.

Il professor Silvio Garattini, nato a Bergamo il 12 novembre 1928, è stato fondatore e direttore dell’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, è autore di centinaia di lavori scientifici pubblicati in riviste nazionali e internazionali e di numerosi volumi nel campo della farmacologia. Sotto la sua direzione sono stati 7mila i giovani laureati dell’Istituto Mario Negri, oltre 14 mila le pubblicazioni e 250 i volumi prodotti.

Fa parte del “Gruppo 2003” che riunisce i ricercatori italiani altamente citati nella letteratura scientifica internazionale. Dal dicembre 2017 è Presidente del Cluster lombardo “Scienze della Vita”, che raccoglie tutti gli attori pubblici e privati impegnati nell’ambito di diagnostica, terapie avanzate, farmaceutica, medical device e tecnologie applicate alla salute, per facilitare al meglio il progresso delle scienze della vita in Lombardia e la creazione di nuove opportunità di business tra gli associati.

Sempre domani, alla ripresa pomeridiana dei lavori di Consiglio regionale prevista per le ore 14:30, il Presidente Alessandro Fermi commemorerà il professor Franco Mandelli, scomparso nella giornata di ieri e da tutti riconosciuto come il padre dell’ematologia italiana: bergamasco, si è spento a 87 anni dopo una vita passata a combattere contro le malattie del sangue e in particolare la leucemia

una malattia che, grazie a lui e al suo instancabile lavoro di ricerca, oggi fa meno paura.

Print Friendly, PDF & Email