Home Territorio ‘Le noir est une couleur rose’ al Maschio Angioino

‘Le noir est une couleur rose’ al Maschio Angioino

267
Alissa Thor, Le noir est une couleur rose


Download PDF

La mostra personale di Alissa Thor a Napoli dal 9 al 23 dicembre

Riceviamo e pubblichiamo.

La Mostra personale di Alissa Thor, a cura della Monteoliveto Gallery, ‘Le noir est une couleur rose’ è in programma dal 9 al 23 dicembre con ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 17:30 nella Sala Litza Cittanova Valenzi del Maschio Angioino a Napoli.

Il vernissage è previsto per sabato 10 dicembre 2022 dalle 15:00 alle 18:00.

Frutto della collaborazione tra la Fondazione Valenzi e la Monteoliveto Gallery, la mostra, dopo una prima tappa parigina, arriva a Napoli, prima di partire poi per la sua ultima fermata in Lussemburgo, per farci scoprire l’universo particolare e intenso di questa artista autodidatta.

Le opere di Alissa Thor sono al limite/frontiera dell’espressionismo. Una visione cruda e allo stesso tempo piena di emozioni della nostra società. I quadri di Alissa Thor, tutti oli su tela, dal più piccolo al più grande si concentrano sull’umano, spesso sul ritratto per catturare tutte le espressioni diverse che possiamo avere consciamente o inconsciamente.

L’obiettivo di queste opere non è quello di piacere ma quello di stupire, mettere a disagio, creare una reazione qualunque essa sia. Le sue tele mirano a far risalire le nostre emozioni, a scioccare, con dei ritratti talvolta quasi schizzi, a volte molto netti, che riescono con i loro sguardi accattivanti a farci uscire dalla nostra zona di confort.

Alissa lancia il dado di quello che può sembrare un’incoerenza: il nero è un colore rosa. Il nero e il rosa, due colori che sottolineano, una volta ancora, come la violenza e la dolcezza siano contigue, tutte e due espressioni di una stessa emozione.

Colore della morte e dell’inferno, il nero non è sempre stato un colore negativo. Nella storia, è stato anche associato alla fertilità, alla temperanza, alla dignità.

Il rosa, invece, è spesso utilizzato per calmare gli spiriti. Il rosa, è il rosa carne, di carne a vivo, che affiancando la morte parla di tutto il vitale.

L’artista

Nata a Parigi nel 1974, Alissa Thor vive e crea a Rouen in Normandia. Documentalista per l’Éducation Nationale per 12 anni. Dal 2012, si consacra esclusivamente alla pittura e alla scrittura. Dal 2017 è rappresentata dalla Monteoliveto Gallery e Napoli è la sua ‘città di cuore’. L’Espressionismo è chiaramente il movimento che le parla di più.

Print Friendly, PDF & Email