Home Rubriche Da Oriente a Occidente La quarta dimensione?

La quarta dimensione?

226
Meccanica quantistica

Pseudoscienza in formato religioso

Quando mi chiesero se conoscessi la quarta dimensione, di primo acchito risposi:

Figurati! Ci sono donne che hanno pure la quinta!

Poi mi resi conto che non mi parlavano affatto di reggiseni, ahimè, ma di una nuova tendenza religiosa.

Religiosa??? Giammai!!! Scientifica!!!

Così si offese il mio interlocutore, come a volermi dimostrare di saperla molto più lunga di me che, a suo dire, non ero affatto informato sulle ultime scoperte del CERN.

Peccato che se solo si cerca in Google: “Bufale sul CERN” ci si accorge che ne sono state create talmente tante da fare invidia a Sant’Antonio e tutte le sue catene che riempiono internet!

Da dove nasce questo fenomeno mediatico new age di vasta portata?

Dalla paura della morte e dal bisogno di avere conferme che il campo religioso, si sa, non è in grado di dare a chi ormai è cresciuto, che ha studiato ed ha raggiunto un certo grado di maturità razionale.

In quale modo poter continuare il business religioso, dal momento che le religioni sono tutte in crisi?

Come d’incanto, dal cilindro del cappellaio magico, una nuova esilarante iniziativa:

Ti dimostro scientificamente che l’aldilà esiste! Si trova nella quarta dimensione!

Un tempo pensavo che l’unica dimostrazione che esistesse l’aldilà fosse che un tizio qualsiasi, dall’aldilà, tornasse in carne ed ossa nel di qua, non sui vangeli o su qualche testo sacro, bussando direttamente a casa tua e dicendoti:

Permesso? Si può? Sono venuto a dimostrarti che ci sono ancora!

Ma sembra che oggi una richiesta dimostrativa del genere venga considerata un’idiozia.

Solo oggi? No! A dire il vero è ancora come ieri, solo che invece di dirti certe cose all’interno di una qualsiasi chiesa te le dicono ad una conferenza, o a corsi a pagamento, indetti da uno pseudo – fisico di un laboratorio scientifico il quale, con ogni probabilità, bene che vada, lì, se davvero ci ha messo piede, ha fatto il portinaio o l’uomo addetto alle pulizie delle scale.

Un fisico di basso profilo non organizza corsi per chi ha studiato seriamente fisica, altrimenti potrebbe essere messo altrettanto seriamente in imbarazzo. Crea corsi per gente come me, che già sui banchi di scuola faticavo a comprendere le formule al cubo e al quadrato, figuriamoci se potrei mai comprendere questo: (∂ + m) ψ = 0.

Cosa succede oggi? Che dobbiamo sorbirci le teorie della Meccanica Quantistica anche da casalinghi disoccupati, impiegati di banca, infermieri, ecc., i quali, però, la chiamano fisica quantistica perché fa più figo e va più di moda!

Hanno imparato a memoria due regolette su internet e credono di sapere tutto, non solo di fisica, ma anche dei mondi ultraterreni, della dimensione quarta, quinta, sesta e chi più ne ha più ne metta. E noi ci dovremmo credere per fede cieca ed assoluta se no si offenderebbero e si allontanerebbero rimproverandoci con tono grave e predicatorio:

Quando sarai pronto ed evoluto capirai! Ora sei ancora nella terza dimensione!

A parte il fatto che io nella terza dimensione ci sto benissimo, non era forse lo stesso Einstein a dire:

Prima si studia e solo DOPO si parla!?

Perdincibacco, lo sa benissimo anche il Dott Sheldon di Big Bang Theory, no?

A chi, dimostrando tutta la propria ignoranza, un bel giorno gli propose una teoria assurda e inverosimile, Sheldon rispose:

Per caso, il detto: “Non sapere è parte del divertimento!” era il motto della tua scuola?

Print Friendly, PDF & Email