Home Territorio 52° Festival Opera Barga 2018

52° Festival Opera Barga 2018

493
52° Festival Opera Barga 2018


Download PDF

Dal 28 luglio al 6 agosto a Barga – San Pancrazio (LU)

Riceviamo e pubblichiamo.

Quando ormai avevamo perso ogni speranza, due giorni fa il MiBACT, Ministero dei Beni Culturali, ci ha comunicato che il Festival è stato riammesso al contributo del Fondo Unico per lo Spettacolo.
Dal 2015, alla vigilia del nostro 50° Festival, ne eravamo stati esclusi a causa di un algoritmo sfavorevole ma oggi, con questo riconoscimento, torniamo a far parte dei festival storici italiani.

Lo annunciano soddisfatti Nicholas Hunt e Massimo Fino, rispettivamente presidente e direttore artistico della manifestazione, che quest’anno si svolgerà dal 28 luglio al 6 agosto tra Barga e San Pancrazio (LU) e che, come di consueto, racchiude due festival in uno: ‘Opera Barga’ e ‘Pianobarga’.

Le tre colonne del Festival, Federico Maria Sardelli, Simone Bernardini, primo violino dei Berliner Philharmoniker, e Roberto Prosseda, hanno continuato a sostenere attivamente il Festival durante gli ultimi anni difficili e quest’anno, sempre grazie alla loro collaborazione, ‘Opera’ Barga può presentare un programma con numerose e significative novità.

Prima di tutto la nuova produzione scenica, l’‘Histoire du Soldat’ di Stravinskij nel centenario della sua prima esecuzione, Losanna, 28 settembre 1918, che si avvale di una nuova traduzione ritmica del testo francese in italiano del librettista Giuliano Corti, collaboratore di Ivan Fedele, mentre la messa in scena è curata da Caterina Basso, danzatrice e coreografa italiana che collabora stabilmente con Aldes di Roberto Castello e il Centre Chorégraphique Nationale di Nantes diretto da Ambra Senatore.

Nell’ambito di ‘Pianobarga’, per la prima volta in coproduzione con il Teatro del Giglio di Lucca, numerose prime assolute verranno eseguite, oltre che da Roberto Prosseda, coordinatore dell’evento, anche da altri interpreti di eccellenza come Maurizio Baglini, Alexander Lonquich e Cristina Barbuti, Enrico Pompili. Inoltre, il cembalista Claudio Brizi presenterà uno strumento ibrido mai visto prima: un cembalo collegato ad un pedalpiano verticale tergale Pfeiffer e ad un harmonino.

Altra novità di quest’edizione, il festival si svolge, oltre che nelle sedi storiche di Barga, nella splendida Villa Oliva, a S. Pancrazio di Lucca, un nuovo contesto di grande prestigio.

Con il sostegno di: Fondazione Carilucca, Regione Toscana e Comune di Barga e Ministero dei Beni Culturali.

Maggiori informazioni

Programma

Print Friendly, PDF & Email