Home Campania Comune di Napoli Napoli, Trapanese al percorso multiculturale di ‘Allargare i Muri’

Napoli, Trapanese al percorso multiculturale di ‘Allargare i Muri’

308
Luca Trapanese


Download PDF

Il 13 maggio percorso un percorso della narratrice di origini ucraine Yuliya Sanchenko attraverso la città multiculturale

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Nell’ambito della Sezione ‘Allargare i Muri’ del Maggio dei Monumenti, l’Assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese interverrà oggi, 13 maggio, alle ore 17:00, all’iniziativa Belle Storie, un percorso in compagnia della narratrice di origini ucraine Yuliya Sanchenko attraverso la città multiculturale.

Lungo un tratto di 500 metri, su Via Tribunali, sono in programma alcune tappe con le diverse culture che animano la città.

Si parte da vico Santa Maria Vertecoeli n.6, dove sarà degustato il tè con gli ospiti senegalesi del Centro di Accoglienza Medihospes, gestito da SAI Napoli.

Sosta successiva presso la Chiesa di Santa Maria della Pace che ospita ucraini di rito bizantino e poi al laboratorio creativo Avventura di Latta, dove rifugiati di diverse nazionalità realizzano gioielli e oggetti di design con la tecnica tradizionale dei lattonai napoletani.

L’evento si concluderà presso il centro interculturale giovanile Officine Gomitoli di Dedalus nell’ex Lanificio Borbonico con una performance musicale di Maurizio Capone, ideatore di strumenti musicali realizzati in materiali riciclati.

Dichiara l’Assessore alle politiche sociali Luca Trapanese:

L’iniziativa offre una preziosa opportunità di un viaggio intorno al mondo ma a piedi e nella nostra città, incroci meticci nella costruzione di nuove cittadinanze, ma anche la scoperta che il nostro vicino arrivato da lontano a volte è più napoletano di noi, nel linguaggio, nella conoscenza di strade e monumenti, nella fusione si profumi e sapori.

È nostra intenzione promuovere e diffondere sempre di più eventi interculturali che provochino l’incontro il confronto e la conoscenza reciproca per l’arricchimento dei singoli e della comunità tutta.

Print Friendly, PDF & Email