Home Sport MotoGP: Domenica sera il via alla stagione 2013; Lorenzo contro tutti

MotoGP: Domenica sera il via alla stagione 2013; Lorenzo contro tutti

983
Team Yamaha con Lorenzo-Rossi


Download PDF
Scatta in Qatar il Mondiale MotoGP 2013 con Lorenzo determinato a difendere il titolo dall’attacco del duo Honda formato da Pedrosa e dal fenomeno Marquez al debutto nella classe regina. Grande attesa per Valentino Rossi al ritorno in Yamaha dopo la deludente parentesi in Ducati. La Rossa di Borgo Panigale si affida a Dovizioso per risalire la china. Riuscirà lì dove ha fallito il Dottore?

Marquez-Pedrosa coppia Honda
Marquez-Pedrosa coppia Honda

Sarà una stagione interessante per la MotoGP quella che parte domenica a Losail. Sotto i riflettori (veri, poiché si corre in notturna) della pista qatariota andrà in scena il primo importantissimo atto della sfida per la conquista del Mondiale che parte per la prima volta orfano di Casey Stoner. L’australiano si è ritirato dalle competizioni per tornarsene nella sua patria e dedicarsi alla famiglia ma al suo posto la Honda ha promosso il fenomenale Marc Marquez che nei test è stato costantemente nelle posizioni di testa, mettendo così pressione al suo compagno Pedrosa, favorito numero  uno per la lotta all’iride.

A difendere la corona ci sarà un motivatissimo Jorge Lorenzo. Il majorchino all’apice della sua carriera ritrova in Yamaha il suo vecchio compagno di squadra Valentino Rossi, reduce dalle delusioni dei due anni da Ducatista. Il “Dottore” ritrova la moto che lo ha fatto entrare nella leggenda e sebbene nelle dichiarazioni ufficiali abbia tenuto un profilo basso, ha tutta la voglia di mostrare, a quanti lo davano per finito, che la sua immensa classe è ancora intatta e che con una moto a posto può ancora dire la sua.

Presentazione Team Ducati Ufficiale e Pramac
Presentazione Team Ducati Ufficiale e Pramac

Per un Valentino che va, un Dovizioso che viene. In Ducati il nuovo corso firmato Audi è cominciato all’insegna dei cambiamenti: insieme a Valentino, silurato anche il progettista Preziosi. Dopo aver guidato Honda e Yamaha, Andrea Dovizioso monta sulla sella più scottante di tutte e dovrà far appello a tutte le sue capacità di collaudatore per riportare alla vittoria una moto che solo il talento istintivo di Stoner è riuscito a “dominare”. Al suo fianco troverà il solito Nicky Hayden, vincitore di un titolo nel 2006, ma sempre meno incisivo.

Da tenere d’occhio ci sarà anche l’inglese Cal Crutchlow con la Yamaha del team Tech3, molto atteso dopo un ottimo 2012 ed un inverno di test terminati in crescendo, così come saranno da seguire anche Bradl e Bautista con le Honda private dei team Gresini e Cecchinello.

Debutto nella classe regina per Andrea Iannone con la Ducati del team Pramac nel quale avrà come compagno di squadra il talentuoso Ben Spies, reduce da un’annata decisamente storta sulla Yamaha ufficiale. Ad attenderli al box troveranno una moto notoriamente poco amichevole.

A completare lo schieramento di partenza ci saranno le solite CRT (prototipi con motore derivato dalla serie) che lo scorso anno si sono dimostrate decisamente troppo lente per competere con le MotoGP attuali; FR, BQR, IodaRacing, Paul Bird Motorsport, Gresini Racing ed Aspar si contenderanno il “titolino” sperando in qualche acuto in condizioni particolari.

Appuntamento quindi alle 21 ora italiana per il semaforo verde di un’altra annata di passione a due ruote. Pedrosa vs Lorenzo, Lorenzo vs Rossi, Pedrosa vs Marquez: spettacolo assicurato!!!

Nunzio Iervolino

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!