Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, seduta Consiglio regionale il 4 giugno 2019

Lombardia, seduta Consiglio regionale il 4 giugno 2019

387
Palazzo Pirelli


Download PDF

All’ordine del giorno mozioni, interrogazioni e interpellanze e la proposta di Risoluzione sull’utilizzo dei fanghi di depurazione sui campi agricoli

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Il Consiglio regionale è stato convocato dal Presidente Alessandro Fermi per martedì 4 giugno dalle ore 10:00 alle ore 19:00.

I lavori della seduta, dedicata agli atti di indirizzo, saranno aperti con il question time e lo svolgimento di interpellanze e interrogazioni a risposta immediata.

A seguire l’Aula esaminerà la proposta di Risoluzione sull’utilizzo dei fanghi di depurazione e dei gessi di defecazione sui campi agricoli, relatrice Francesca Ceruti, Lega.

Il documento punta a un corretto utilizzo dei reflui con l’obiettivo di limitare l’utilizzo dei fertilizzanti chimici e impegna Presidente e Giunta regionale ad attivarsi con il Governo affinché si evitino nuove emergenze in questo campo e si proceda a una revisione organica della normativa sull’utilizzo in agricoltura dei fanghi provenienti da depurazione urbana.

Tra i punti qualificanti del documento ci sono il potenziamento della rete dei controlli e un maggiore coinvolgimento degli enti territoriali.

Il Consiglio regionale sarà, quindi, chiamato a discutere ed approvare alcune mozioni sui seguenti temi: interventi per migliorare la sicurezza della strada provinciale 39 ‘della Cerca’ che interessa il territorio milanese di Liscate, Mediglia, Tribiano e dei Comuni limitrofi, primo firmatario Franco Lucente, Fratelli d’Italia; anticipo dei tempi per la realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Codogno – Cremona – Mantova, primi firmatari i Consiglieri Piloni, Forattini e Baffi del Partito Democratico; progetto ‘Lombardy Pass’ per un’offerta turistica integrata in Lombardia, primo firmatario Gabriele Barucco, Forza Italia; situazione dell’inceneritore ACCAM di Busto Arsizio in provincia di Varese, primo firmatario Roberto Cenci, Movimento 5 Stelle; riqualificazione del centro polifunzionale di emergenza di Bovisio Masciago (MB), anche mediante la realizzazione di un centro regionale di esercitazione per la Protezione Civile, primo firmatario Alessandro Corbetta, Lega; revoca delle norme regionali discriminatorie per l’accesso degli stranieri alle prestazioni sociali agevolate, primi firmatari Michele Usuelli di +Europa e Carmela Maria Rozza del Partito Democratico; revoca del Presidente dell’ALER di Pavia e Lodi, primo firmatario Simone Verni, Movimento 5 Stelle.

Print Friendly, PDF & Email