Home Territorio A Città della Scienza la tavola rotonda Quantum Nexus

A Città della Scienza la tavola rotonda Quantum Nexus

210
Quantum Nexus


Download PDF

La fisica quantistica per lo sviluppo sostenibile

Riceviamo e pubblichiamo.

Nell’ambito del festival dello Sviluppo sostenibile 2024 promosso da ASviS, Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, venerdì 17 maggio, ore 10:00 – 13:00, a Napoli, presso la Città della Scienza – Sala Oppenheimer, si terrà la tavola rotonda Quantum Nexus – verso un futuro sostenibile.

Evento promosso da APS Difesa Civile 4.0, in collaborazione con CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Fondazione IDIS – Città della Scienza,
Associazione Eudora.

Saluti iniziali
Riccardo Villari, Presidente Città della Scienza

Previsti gli interventi di:
Carla Calvino, Maria D’Ambrosio, Giuseppe Ferraro, Antigone Marino, Vito Mocella, Massimo Pica Ciamarra, Ivo Rendina, Berardo Ruggiero, Paolo Silvestrini, Graziano Terenzi, Riccardo Villari, Giuseppe Zollo.

Con le recenti scoperte della Fisica quantistica è iniziata una nuova rivoluzione tecnologica che spesso viene chiamata la seconda rivoluzione quantistica.

La sovrapposizione coerente di stati, la non-località dei fenomeni quantistici e il concetto espresso come entanglement quantistico è l’effetto alla base del computer quantistico e di tutta l’informatica quantistica: sistemi esponenzialmente complessi e all’apparenza separati secondo una logica classica di causa ed effetto sono in realtà quantisticamente correlati, così che un’operazione su una parte locale del sistema si ripercuote contemporaneamente su tutto il sistema complesso secondo una modalità inconcepibile classicamente, inconcepibile cioè secondo la logica con cui siamo abituati a interpretare la realtà.

Infatti, è certo che l’avvento dell’informazione quantistica, ormai alle porte, sconvolgerà la nostra realtà quotidiana e non solo la visione del mondo di alcuni fisici quantistici.

In generale un computer quantistico può risolvere problemi esponenzialmente complessi che non sono risolvibili in computer classici, e consente una visione d’insieme e non-locale con applicazioni in svariati campi.

Una tale rivoluzione richiede una preparazione da parte di tutta l’umanità a gestire in modo collettivo le infinite possibilità del prossimo futuro.

È quanto mai importante che in questa transizione singolare che è alle porte, l’umanità sia guidata dalla consapevolezza che il pianeta Terra costituisce un unico ecosistema dai delicatissimi equilibri, il rispetto dei quali è essenziale per uno sviluppo realmente sostenibile.

In questo contesto Arte, Scienza, Filosofia, Ingegneria, Economia, unite in quello che abbiamo chiamato il quantum Nexus e nel rispetto per la vita in tutte le sue forme e per l’ambiente, devono trovare un’integrazione creativa per una visione d’insieme per un futuro sostenibile.

Si discuterà della Fisica sincronica, termine coniato da Paolo Silvestrini per indicare la nuova disciplina scientifica che includa la non-località quantistica nel suo metodo d’indagine, e della complessità per comprendere come il pensiero complesso cerca di superare il pensiero lineare e capire le interazioni tra natura, economia, società e ambiente.

La caduta del principio di realismo locale non solo apre la strada a nuove tecnologie quantistiche, come il computer quantistico, che costituiscono la motivazione all’assegnazione nel 2022 del premio Nobel per la Fisica a Alain Aspect e Anton Zeilinger, ma apre anche a una visione completamente rivoluzionata dell’universo e di noi stessi, con una modalità ancora in massima parte da scoprire.

La Tavola Rotonda Quantum Nexus – verso un futuro sostenibile sarà trasmessa in diretta streaming: https://www.youtube.com/@QuantumNexus-em7pb

Print Friendly, PDF & Email