Home Cronaca Il passaggio all’intrattenimento digitale

Il passaggio all’intrattenimento digitale

525
intrattenimento digitale


Download PDF

Vasta offerta per l’intrattenimento online

Stanno avendo sempre più importanza tutti quei servizi di intrattenimento soprattutto digitale che riempiono gran parte delle nostre vite.

Infatti, i settori che meno hanno risentito della crisi economica data dal Coronavirus, sono proprio quelli legati allo show e all’intrattenimento a distanza.

Purtroppo non tutte le aziende di intrattenimento sono riuscite ad adattarsi al virtuale, ma alcune sì; come ad esempio Disney, che a fronte delle grosse perdite date dai parchi divertimento vuoti e dai cinema chiusi, è riuscita a creare una piattaforma funzionante a pagamento che fa parte delle spese fisse di molte famiglie.

Vediamo in quali modi si sta manifestando questo graduale e obbligato passaggio all’intrattenimento digitale.

Il gioco

Quando si va a parlare di gioco d’azzardo online si parla di un settore attivo già dalla fine degli anni Novanta. La crescita di questo ambito è stata graduale fino a raggiungere delle percentuali di aumento incredibili nel 2020, quando essere costretti in casa ha portato molte persone a cercare emozioni significative anche attraverso slot machine e roulette.

L’evoluzione del casinò online sta andando sempre di più verso l’obiettivo di offrire l’esperienza più coinvolgente e reale possibile. Per questo si stanno diffondendo servizi di casinò live, in cui veri croupier in live streaming lanciano la boule o girano le carte, e servizi di Game Shows.

I game shows assomigliano a giochi televisivi come Gira la Ruota o Affari Tuoi, in cui il partecipante è coinvolto in prima persona e ha la possibilità di fare delle scelte per ottenere dei premi.

L’audiovisivo

Film e serie TV sono sempre più importanti per riempire spazi vuoti sia a livello di impegni che a livello emotivo. Spesso infatti il coinvolgimento in un prodotto audiovisivo può aver sostituito le emozioni della vita sociale di cui le persone sono state private da marzo 2020.

Questo ha portato ad un aumento delle produzioni indipendenti delle piattaforme di streaming, ai danni dell’industria di Hollywood che senza il cinema ha un po’ rallentato il suo giro d’affari. Anche altre piattaforme legate all’audiovisivo come YouTube o Twitch hanno subito un enorme crescita.

L’intrattenimento allo stato puro, in diretta o in differita, non fatica ad attirare abbonati di tutti i tipi, perché l’offerta è davvero vasta.

Il cambiamento dei social network

I social network sono sempre stati il prodotto digitale per eccellenza, ma il loro funzionamento e soprattutto la loro fruizione è cambiata notevolmente nel periodo post Covid. In particolare, la diffusione i TikTok ha confermato una tendenza all’intrattenimento, in contrasto con l’iniziale obiettivo dei social.

Infatti, oltre che ad essere un catalogo di persone, inizialmente un profilo social era inteso come uno spazio per esprimere sé stessi e confrontarsi con la propria cerchia, connettersi e condividere.

Le dinamiche del social cinese invece sono legate a trend e challenge: tutti eseguono gli stessi movimenti con la stessa musica, e l’aspetto fisico e il carisma sono ciò che possono dare più o meno visibilità a chi pubblica.

Il merito dei milioni di visualizzazioni va a chi dei tiktokers è più capace di intrattenere, e soprattutto chi è in grado di combaciare con i meccanismi degli algoritmi complessi dell’applicazione.

Print Friendly, PDF & Email