Home Napoli Cardito Cardito: Giudice di Pace, convocato Consiglio Comunale urgente

Cardito: Giudice di Pace, convocato Consiglio Comunale urgente

984


Download PDF

Nella mattinata di oggi è stato convocata con urgenza una seduta di Consiglio Comunale per il 5 novembre. Il punto all’ordine del giorno che ha portato a questa decisione è l’adesione alla convenzione con i Comuni di Caivano ed Afragola per il mantenimento degli uffici del Giudice di Pace di Afragola.

La cosa sconcertante è che lo stesso punto era già posto in discussione nella precedente convocazione, per la seduta effettuata in settimana. L’argomento era stato rimandato, assieme a molti altri, compreso il bilancio e l’elezione del Presidente del civico consesso.
Quanto costerà al Comune questo giochetto? Tra convocazione, manifesti, registrazione, sbobinamento e tutto il resto siamo nell’ordine di diverse centinaia di euro per una decisione che poteva essere presa qualche ora prima.
Sembra tutto frutto di una dilettantesca improvvisazione.

Nel frattempo le decisioni importanti non vengono prese. L’unica scadenza che concentra l’attenzione della maggioranza è quella del bilancio, la cui approvazione sta rimandando la resa dei conti al proprio interno. In ballo la stessa poltrona di presidente, incarichi, sottogoverno, consorzio cimitero, ma anche le posizioni nello staff, che sarebbero destinate ad aumentare, in barba a quanto sempre detto dal sindaco Cirillo.

Una delle voci che circolano con insistenza nelle ultime ore riguarda una posizione rimasta vuota a seguito di scadenza di contratto presso Città del Fare. Si tratterebbe di una figura legata alla comunicazione. Sarà rinnovata? Ci sarà un avvicendamento? Per il momento tutto tace.

Pietro Riccio

Print Friendly, PDF & Email
Pietro Riccio

Autore Pietro Riccio

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.