Home Rubriche Chacun son cinéma FIFR tutti i vincitori

FIFR tutti i vincitori

851


Download PDF

Il Festival Internazionale del FIlm di Roma si è concluso. La giuria presieduta da Jeff Nichols e composta dal regista kazako Timur Bekmambetov, dall’attrice italiana Valentina Cervi, dal critico cinematografico  Chris Fujiwara, dall’attrice iraniana Leila Hatami, dal regista  P. J. Hogan e dallo scrittore filmmaker argentino Edgardo Cozarinsky ha assegnato i seguenti premi:

FIlm in Concorso

Marfa Girl di Larry Clark si aggiudica il Marc’Aurelio d’Oro che a parere di molti risulta molto poco meritato.

Il Premio per la Miglior Regia viene conferito  a Paolo Franchi per il film ‘E la chiamano estate’, il premio è consegnato dalla medesima Giuria che conferisce il Premio Speciale ad ‘Alì ha gli occhi azzurri’ di Claudio Giovannesi.

Miglire attrice va a Isabella Ferrari protagonista del film di Paolo Franchi. Questa premiazione non sembra aver soddisfatto tutti, tanti i fischi.

Sezione Cinema XXI

Premio lungometraggio “Avanti popolo”

Premio speciale della Giuria “Picas”

Miglior corto “Panhida”

Sezione Prospettive Italia

Miglior lungometraggio ‘Cosimo e Nicole’ di Francesco Amato.

A ‘Pezzi’ di Luca Ferrari guadagna il premio di Miglior documentario.

Miglior cortometraggio ‘Il gatto del Maine’ di Antonello Schioppa,

La Menzione Speciale Cosimo Cinieri e in memoria di Anna Orso è conferita al corto ‘La prima legge di Newton’ di Piero Messina.

Altri Premi

Marilyne Fontaine milgior attore emergente in ‘Un enfant de toi’ di Jaques Doillon.

Migliore contributo tecnico va ad Arnau Valls Colomer per la fotografia di ‘Mai morire’.

La migliore sceneggiatura va a ‘The Motel Life’ di Alan Polsky.

 

A.A.II

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Alfredo Amoroso

Autore Alfredo Amoroso

Filmmaker tristemente specializzato in regia para-cinematografica con la sfortuna di vivere lontano troppe miglia dal Walk of Fame, si "accontenta" di essere considerato il genio incompreso della cinematografia nel luogo in cui vive. Tiene una rubrica sull'argomento nella quale sfoga tutta la sua ira e nella quale infila le nozioni e i consigli cinematografici che preferisce.