Home Sport F1: Vettel SPAventoso in Belgio

F1: Vettel SPAventoso in Belgio

1163
Hamilton, Vettel e Alonso scherzano con Coulthard durante le interviste sul podio
Hamilton, Vettel e Alonso scherzano con Coulthard durante le interviste sul podio


Download PDF
Sebastian Vettel su Red Bull vince il Gp del Belgio davanti ad uno strepitoso Alonso. Terzo il poleman Hamilton. Dominio del Campione del Mondo che allunga in classifica.

Quando Hamilton ieri ha conquistato a Spa la quarta Pole Position di fila davanti a Vettel, tutti si aspettavano un probabile dominio in gara da parte dell’inglese per diversi motivi: la proverbiale potenza del Mercedes, la velocità di punta della macchina anglo-tedesca rispetto alla Red Bull e l’indiscussa classe di Lewis.

La Partenza e l'ingresso della prima curva di Spa
La Partenza e l’ingresso della prima curva di Spa

Dominio Red Bull-Vettel. Webber quinto.
Quando dopo la partenza Vettel ha preso la scia di Lewis e l’ha passato di slancio in fondo al “Kemmel”, sono rimasti tutti a bocca aperta. La Red Bull che svernicia la Mercedes sul dritto…roba da playstation, soprattutto considerando le caratteristiche della monoposto austriaca. Dopo, è stato un monologo del tedesco che ha allungato fino a prendere un margine di sicurezza sugli inseguitori (prima Hamilton poi Alonso), forzando il ritmo giusto per stroncare sul nascere ogni velleità di rimonta dello spagnolo. Mentre Vettel dominava, Webber faceva la sua solita gara a due facce, fatta di caos in partenza e successivo tentativo di rimonta che stavolta si è fermato a un misero quinto posto, che dopo esser partito terzo, sta decisamente stretto.

P1 Per Vettel, dominatore a Spa
P1 Per Vettel, dominatore a Spa

Alonso fantastico secondo. Massa settimo dopo problemi al via.
Nella gara “degli altri” è andato in scena lo show di Fernando Alonso che dopo la disastrosa qualifica di ieri ha compiuto una rimonta bellissima a suon di sorpassi sin dalla prima curva. Scartato Di Resta (piantatosi al via), infila le due Lotus e prima della curva di “Eau Rouge” passa Webber portandosi in quinta posizione. Poi passa prima Button, poi Rosberg sul rettilineo del “Kemmel” e infine dopo il primo pit-stop passa Hamilton alla “Source”. Una volta secondo però dovrà arrendersi allo strapotere di Vettel. Ancora una volta lo spagnolo ha però mostrato la sua irriducibilità, facendo capire ai suoi detrattori che lui c’è sempre. Meno bella ma comunque consistente la gara di Massa che rimonta fino al settimo posto dopo problemi alla prima curva.

Argento sbiadito per la Mercedes. Dopo la pole, Hamilton è solo terzo.
Come detto in apertura, ci si aspettava forse di più dalla Mercedes su una pista veloce, soprattutto alla luce della pole di Hamilton. Invece dopo la “sverniciata” subita da Vettel al primo giro, l’inglese si è dovuto inchinare anche ad Alonso durante la gara. La verità è che Hamilton è stato bravo in qualifica a sfruttare la pista che andava asciugandosi. Cosa che non è riuscito a fare Rosberg, quarto sia in griglia di partenza che al traguardo in una gara senza acuti.

La piantina dello splendido tracciato di Spa Francochamps in Belgio
La piantina dello splendido tracciato di Spa Francochamps in Belgio

Lotus giù, Button sveglia la McLaren
Belgio da dimenticare per la Lotus che registra primo il ritiro di Raikkonen dopo ventisette gare, mentre Grosjean non va oltre l’ottavo posto. Chi invece a Spa si è divertito è stato Jenson Button, che ha lottato e giocato d’esperienza capitalizzando un sesto posto finale che soprattutto guardando la McLaren di questa stagione (e la gara del compagno Perez) è oro colato. A chiudere la zona punti ci hanno pensato Adrian Sutil, protagonista di diversi duelli all’arma bianca e Daniel Ricciardo, promesso sposo Red Bull per il 2014, che ha agguantato la decima posizione dopo esser partito diciannovesimo per un errore di strategia in qualifica.

Nella classifica del mondiale ormai Vettel ha un vantaggio di quarantasei punti su Alonso, ma è soprattutto la competitività della Red Bull a far pendere tremendamente verso il tedesco l’iride. Il prossimo appuntamento è sull’ultraveloce tracciato di Monza fra due settimane. Se Alonso e la Ferrari non riusciranno a far bottino pieno sulla pista di casa, la rincorda al titolo diventerà ufficialmente mission impossible.

Nunzio Iervolino

ORDINE D’ARRIVO          CLASSIFICA PILOTI          CLASSIFICA SQUADRE

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!