Home Sport F1: Vettel padrone assoluto in Canada

F1: Vettel padrone assoluto in Canada

868
Vettel Esulta sul Podio fra Alonso e Hamilton
Vettel Esulta sul Podio fra Alonso e Hamilton


Download PDF

A Montreal Sebastian Vettel vince  davanti ad Alonso e Hamilton. Il tedesco domina dalla Pole Position, ma lo spagnolo compie un’imperiosa rimonta dal sesto posto. Massa rimonta fino all’ottavo posto dalla sedicesima piazza in qualifica.

Sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve, Sebastian Vettel vince una gara delle sue, dominando incontrastato per i settanta giri di gara. Il tedesco, ha mollato la prima posizione, in favore di Hamilton, solo in occasione della prima sosta ai box, dopo di che si è limitato a controllare gomme e vettura, commettendo anche un errore, dovuto probabilmente a un calo di concentrazione, quando aveva un vantaggio di diciotto (!!) secondi su Hamilton che lo inseguiva. L’unico che avrebbe potuto contrastarlo, Alonso, ancora una volta è partito troppo indietro per rappresentare una minaccia seria per la Red Bull n°1. Lo spagnolo è stato al solito deciso e spietato nei sorpassi operati ai rivali, ma anche se il secondo posto è un buon risultato, Vettel ha allungato ulteriormente in classifica.

Vettel taglia il traguardo e trionfa in Canada
Vettel taglia il traguardo e trionfa in Canada

Qualifiche decisive: Red Bull mette le ali a Vettel sul bagnato, la Ferrari annaspa.
Questo mondiale la Ferrari, rischia di perderlo per colpa delle qualifiche. Se è vero che in gara la F138 è competitiva e costante, in qualifica, la sua “gentilezza” sulle gomme la penalizza oltremodo, non consentendo ad Alonso di lottare per la pole. In Canada, ci ha pensato il meteo poi a rendere le cose più difficili, con la sessione di qualifiche disputatasi sotto la pioggia. A emergere è stato Vettel, davanti ad Hamilton e al sorprendente debuttante Bottas con la Williams. Alonso non è andato oltre il sesto tempo, dietro anche a Rosberg e Webber, mentre il compagno Massa ha replicato l’incidente di Monte Carlo e piazzandosi sedicesimo. Ottimo il francese Vergne, settimo davanti a Sutil e Raikkonen.

Alonso, con la sua grinta, ha artigliato un secondo posto prezioso
Alonso, con la sua grinta, ha artigliato un secondo posto prezioso

La gara: Vettel fa la lepre e vince, Alonso torna Matador, ma non basta.
Il circuito di Montreal, al contrario dell’ultimo GP, offre diversi punti dove sorpassare. Alonso lo sa e dopo la scialba gara nel Principato di Monaco, mette in pista tutta la sua cattiveria. Splende il sole a Montreal e le condizioni della pista sono ottimali per le Ferrari.
Allo start Vettel schizza via come una molla, mentre Bottas perde subito posizioni nel corso del primo giro, per lui sarà una gara di sofferenza con il caldo.
Vettel allunga subito, mentre alle sue spalle le posizioni dei primi sei restano invariate fino alla prima tornata di pit-stop. Dalle retrovie, Massa risale a suon di sorpassi. Dopo le soste ai box, cominciano le scaramucce, con Webber e Alonso che passano Rosberg, in crisi di gomme e continuano a lottare fra loro a suon di giri veloci, fino al sorpasso dello spagnolo al 42° giro. Poco dopo, entrambi vanno ai box per il secondo e ultimo stop, con Vettel sempre in testa davanti ad Hamilton, Alonso è terzo davanti a Webber e Rosberg.
Alle spalle dei leader intanto, Vergne con la Toro Rosso è autore di una gara consistente, così come Di Resta che ha scelto la strategia dell’unica sosta ai box e sta girando costante con la Force India. Intanto Massa continua la sua “teoria di sorpassi” ed è nella top ten.
Dopo la seconda sosta Alonso si mette a caccia di Hamilton e complice il degrado gomme della Mercedes, lo passa al 63° giro dopo una lotta durata alcune tornate e poi spegne il tentativo di Hamilton di riprendersi la posizione al giro successivo. L’ultima emozione la regala Massa che al penultimo giro strappa a Raikkonen l’ottava posizione.
Sotto la bandiera a scacchi è tripudio per Vettel, mai vittorioso in Canada fino ad oggi, Alonso limita i danni col secondo posto, mentre Hamilton appare deluso per la terza posizione. Ai piedi del podio Webber, seguito da Rosberg, il sorprendente Vergne con la Toro Rosso, Di Resta con la Force India autore di una sola sosta, Massa, Raikkonen e Sutil. Ancora una volta fuori dai punti la McLaren, sempre più in crisi tecnica, mentre il giovane Bottas, termina la gara in una tristissima quattordicesima posizione, mostrando che il terzo tempo in qualifica era frutto soprattutto della sua guida sul bagnato.
Raikkonen centra il record degli arrivi a punti consecutivi, ventiquattro, eguagliando Michael Schumacher.

Con questa vittoria, Vettel e la Red Bull allungano in classifica, mentre Alonso scavalca Raikkonen al secondo posto con trentasei punti di distacco da Vettel.

Per il prossimo appuntamento, la F1 torna in Europa sullo storico tracciato di Silverstone. Riuscirà la Ferrari a contrastare la Red Bull sulle veloci curve del circuito inglese? Alonso e il popolo Rosso se lo augurano. In caso contrario, il Mondiale potrebbe prendere direttamente la strada di Milton Keynes, quartier generale dei “bibitari”.

Nunzio Iervolino

ORDINE D’ARRIVO          CLASSIFICA PILOTI          CLASSIFICA SQUADRE

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!