Home Territorio Estero Yemen: drone Houthi colpisce moschea Hodeidah

Yemen: drone Houthi colpisce moschea Hodeidah

259


Download PDF

Il bilancio: un morto e 3 feriti tra i fedeli presenti alla preghiera del venerdì

I miliziani Houthi dello Yemen hanno colpito con un drone il cancello della moschea nel villaggio di Al-Run, ad ovest di Hays, durante la preghiera del venerdì.

Il drone era stato lanciato su una moschea nel distretto del governatorato costiero di Hodeidah, nello Yemen occidentale. L’attacco ha provocato vittime civili, tra cui un bambino. In particolare, si conta un morto e 3 feriti tra chi stava celebrando la preghiera del venerdì.

Fonti locali hanno riferito che le milizie appoggiate dall’Iran hanno successivamente preso di mira il luogo di culto con due missili. L’aggressione ha provocato la morte di Ayoub Muhammad Ma’afa, 27 anni, mentre un bambino di nome Muhammad Abdullah Omar Mashhour, 7 anni, è rimasto ferito insieme ad altri due: Ali Mansour, Abadil e Hamid Qayed Al-Ahdal.

Il bombardamento degli Houthi ha causato uno stato di terrore e panico tra i fedeli e le persone vicine.

La milizia ha anche commesso un altro crimine contro la popolazione del distretto di Hays, a sud di Hodeidah. Si tratta di un vero e proprio massacro in quanto ha provocato l’uccisione di due persone e il ferimento di altre 4 per il lancio di una granata Houthi.

Fonti locali hanno riferito che un giovane, Muhammad Ali Nasser, stava passeggiando con il suo amico Bahis, prima che una granata sparata dagli Houthi si abbattesse accanto a loro, provocandone la morte. La ferita di Muhammad Ali è stata fatale, poiché il proiettile è penetrato nella sua schiena ed è uscito dal suo petto. Un altro morto e quattro feriti è il numero delle vittime tra chi gli era accanto.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.