Home Territorio Estero Yemen: decine di Houthi uccisi in scontri a Marib e Hajjah

Yemen: decine di Houthi uccisi in scontri a Marib e Hajjah

204
scontri Marib


Download PDF

53 ribelli morti sui fronti di al-Kassara e al-Mashajah

Le forze dell’esercito regolare yemenita hanno annunciato la morte di decine di miliziani Houthi in violente battaglie e raid aerei della Coalizione araba avvenuti il 10 aprile nell’ovest dei governatorati di Marib e Hajjah.

L’ufficio stampa delle forze armate yemenite ha affermato che più di 50 membri della milizia Houthi sono stati uccisi e altri sono stati feriti dall’esercito e dalle forze della resistenza popolare sui fronti di al-Mashjah e al-Kassara, nel governatorato di Marib occidentale, nel est del Paese.

Una fonte militare ha spiegato che gli elementi dell’esercito e della resistenza hanno fermato un attacco delle milizie Houthi contro i propri siti sui fronti di al-Kassara, sottolineando che la battaglia si è conclusa con la fuga dei miliziani sciiti dopo che 53 di loro sono stati uccisi e altri feriti.

L’artiglieria dell’esercito ha preso di mira i movimenti della milizia sui due fronti e ha distrutto un veicolo blindato, mentre i caccia della Coalizione a guida saudita hanno distrutto un veicolo BMB, due veicoli blindati e 5 camion che trasportavano rinforzi Houthi, uccidendo tutti i miliziani a bordo.

Venerdì 9 aprile l’esercito ha annunciato che un attacco della milizia Houthi sul fronte di Kassara è stato interrotto e 30 militanti Houthi sono stati uccisi. Inoltre, le forze dell’esercito hanno risposto ad un massiccio attacco lanciato dalle milizie Houthi nei siti a nord del Governatorato di Hajjah, a nord-ovest del Paese.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.