Home Toscana Regione Toscana Regione Toscana a tutela diritti lavoratori Bagnolo di Calenzano (FI)

Regione Toscana a tutela diritti lavoratori Bagnolo di Calenzano (FI)

356
Gianfranco Simoncini


Download PDF

Da alcuni mesi i 25 dipendenti non ricevono lo stipendio

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

È difficile e tesa la situazione alla Bagnolo SRLS, azienda di confezioni di Calenzano (FI), dove da alcuni mesi i 25 dipendenti, molti sono di origine straniera, non ricevono lo stipendio.

Ed anche stamani 1° aprile, davanti allo stabilimento che ospita anche un’altra azienda collegata, la stireria Progetto Doris con 40 dipendenti, si sono registrati momenti di tensione nel corso del presidio organizzato dai lavoratori, dopo che nei giorni scorsi una richiesta di confronto avanzata dai sindacati non aveva ricevuto risposta dalla proprietà.

Il quadro è emerso nel corso dell’incontro che il Consigliere per il lavoro del Presidente della Regione ha convocato nel primo pomeriggio a Palazzo Strozzi Sacrati ed al quale hanno preso parte rappresentanti di CGIL – Prato, di FILCTEM – CGIL e una delegazione di lavoratori della Bagnolo.

Sindacati e lavoratori hanno, inoltre, informato che al problema della mancata corresponsione degli stipendi, si sommano quelli che derivano dal mancato rispetto degli orari di lavoro e dalle precarie condizioni di sicurezza.

A fronte di tutto ciò il Consigliere del Presidente ha preso impegno per un’immediata azione da parte della Regione.

Nei prossimi giorni, ha assicurato, verrà convocata l’azienda per un confronto urgente sulla situazione e, intanto, partiranno dagli uffici regionali due lettere: una indirizzata al responsabile del Progetto regionale lavoro sicuro, per chiedere una verifica degli ambienti di lavoro, e un’altra al Prefetto di Firenze, per rappresentare i rischi che potrebbero determinarsi sul piano dell’ordine pubblico.

Print Friendly, PDF & Email