Home Sport Rally d’Italia Sardegna: VW & Ogier inarrestabili

Rally d’Italia Sardegna: VW & Ogier inarrestabili

939
Ogier e la sua Polo: coppia imbattibile anche in Sardegna
Ogier e la sua Polo: coppia imbattibile anche in Sardegna


Download PDF
Sebastien Ogier vince facile in Sardegna e vede sempre di più l’iride mentre il compagno Latvala fora ma è terzo. Neuville con la Ford è secondo. Male la Citroen, solo quarta con Sordo. Kubica Show in WRC2.

Continua la marcia trionfale di Ogier e la VW nel mondiale rally. Il transalpino torna alla vittoria e lo fa in maniera perentoria, dominando sin dalla prima ps il Rally d’Italia. L’unico che poteva contrastarlo in maniera efficace, il compagno di squadra Latvala, ha compromesso subito la sua prestazione forando nella prima ps. Citroen torna con le ossa rotte dall’isola dei quattro mori: Hirvonen, vincitore lo scorso anno, ha buttato via il secondo posto nel tentativo vano di prendere Ogier nella seconda tappa, mentre Sordo ha visto svanire il podio per un testacoda. Ottimo secondo posto per il belga della Ford M-Sport Thierry Neuville, mentre Novikov e Ostberg hanno capottato con le loro Fiesta.

Prima Tappa: Ogier subito leader, Hirvonen prova a resistere.
L’inizio della prima tappa è quello che segna in maniera definitiva il rally: Ogier si porta subito al comando, Latvala invece fora una gomma e perde tempo. Alle spalle del francese s’insedia Hirvonen, mentre nella seconda ps Novikov, che era terzo, capotta e si ritira. Durante la prova notturna Ostberg imita il suo compagno di squadra ma decide di ripartire il giorno successivo grazie alla regola del “Rally2”. Intanto nel WRC2, Robert Kubica ripete la prestazione della Grecia, dominando in lungo e in largo davanti ad Al-Kuwari e all’italiano Bertelli.

Ogier chiude in testa la prima tappa davanti ad Hirvonen, Neuville, Sordo e Latvala.

Seconda Tappa: Hirvonen va KO, Ogier vince, Latvala strappa il podio a Sordo.
Hirvonen prova ad attaccare e vince la prima ps di giornata, ma il finlandese esagera e nella seconda va fuori ed è costretto al ritiro. Ogier continua a spingere e allunga su Neuville, passato secondo dopo il ritiro di Hirvonen. A contendersi il terzo gradino del podio, Sordo e Latvala, ma lo spagnolo commette un errore e Latvala, comunque più veloce, lo passa in classifica. A due ps dal termine, Mikkelsen con la terza Polo rompe una sospensione e si ritira. La gara si conclude con Ogier che fa sua anche la Power Stage davanti a Neuville e Latvala. In WRC2 Kubica completa l’opera vincendo con oltre quattro minuti su Al-Kuwari! Buono il terzo posto di classe nella gara di casa per Bertelli.

Kubica vola verso una nuova vittoria in WRC2 davanti ai suoi tanti fan italiani.
Kubica vola verso una nuova vittoria in WRC2 davanti ai suoi tanti fan italiani.

Campionato: Volkswagen senza rivali, Citroen in crisi senza Loeb.
In campionato, Ogier ha ormai un vantaggio di sessantaquattro punti sul compagno Latvala e più del doppio dei punti di Neuville terzo in classifica! Di questo passo potrebbe vincere il titolo con diverse gare d’anticipo. Imbarazzante la situazione in Citroen, dove Hirvonen e Sordo, non riescono a esprimere il potenziale della loro vettura senza andare incontro a rischi elevatissimi, che puntualmente poi presentano il conto e che in classifica sono dietro al giovane Neuville con la Ford e addirittura a Sebastien Loeb, nonostante questi abbia preso parte solamente a tre gare su sette!

Adesso il Mondiale Rally va in vacanza fino a inizio agosto, quando i protagonisti si ritroveranno in Finlandia per la gara più spettacolare della stagione, l’ex “Rally dei 1000 Laghi”, caratterizzato da elevatissime velocità e salti lunghissimi. A classifica mondiale ormai compromessa, potrebbe essere l’occasione buona per Hirvonen di recuperare fiducia. Non sarà facile anche perché la VW avrà in Latvala l’arma in più. Ogier permettendo…of course.

Nunzio Iervolino

ORDINE D’ARRIVO         MONDIALE PILOTI          MONDIALE COSTRUTTORI

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!