Home Rubriche Ottaviano: nuovi progetti per la neo-amministrazione di centrodestra

Ottaviano: nuovi progetti per la neo-amministrazione di centrodestra

948


Download PDF

La nuova Giunta comunale di Ottaviano, da qualche giorno nominata, si presenta, all’insegna del motto “Ottaviano riparte”con cui era stata condotta la campagna elettorale, con nuovi progetti.

Mentre Pompei languisce abbandonata all’incuria, la Giunta ha inteso dare un forte segnale, rivolgendo l’attenzione alla valorizzazione del patrimonio culturale e storico del paese.

«La dignità, la storia, la vita pulsante della nostra città – ha dichiarato il neo – sindaco di centrodestra, l’avv. Luca Capasso – sono elementi troppo importanti per avviare un’iniziativa seria e puntale per il governo del nostro paese e l’interesse collettivo dei nostri cittadini. Oggi Ottaviano ha il dovere e il diritto di pensare al proprio futuro, soprattutto il futuro dei propri giovani con la consapevolezza di vivere una stagione difficile per le risorse economiche limitate».

Così sono stati preparati due progetti, dal titolo “Le strade del Veseri” e “Ottaviano crocevia tra arte, turismo e tradizione”. Progetti che mettono in primo piano la cultura e la tradizione, i pilastri su cui costruire un paese ricco di storia.

A proposito di ricostruzioni, il disastro di via Cesare Augusto è uno dei fardelli più gravi, o almeno il più visibile, lasciato in eredità alla nuova giunta. Ma il sindaco ha mostrato da subito la volontà di ripartire: ha assicurato che sono stati sbloccati fondi regionali per circa 3 milioni di euro per la realizzazione dei lavori. Allo stesso modo ha garantito che «sono stati liberati i fondi pregressi e quelli per la programmazione 2013-2015».

Di certo non poteva mancare un po’ di sale nella prima seduta del consiglio comunale.  Ci ha pensato il dott. Andrea Nocerino, capo dell’opposizione: «Ottaviano riparte. Che riparta allora, ma che non riparta da una politica borbonica e familistica come stiamo assistendo in queste ore, ma da una politica costruttiva e produttiva atta a ridurre il preoccupante problema della disoccupazione». Nel suo intervento ha poi sottolineato la grande opportunità che le nuove risorse rappresentano per Ottaviano: «Si pensi nello specifico alle risorse messe a disposizione dalla Regione Campania. Auspico che possano rappresentare una sorta di piano Marshall per la ripresa politica economica e sociale del nostro paese».

Non è mancata nemmeno qualche tensione alla prima uscita del consiglio. Emanuele Ragosta, consigliere della Ginestra, pur riconoscendo alcuni errori, ha ricordato la sana gestione dei conti pubblici da parte della precedente amministrazione per poi attaccare la nuova amministrazione con accuse di familismo.

Senza dubbio emerge un’esigenza, più che mai profonda, di grandi cambiamenti. Un’esigenza che vada finalmente al di là degli slogan e degli annunci elettorali. In campagna elettorale il sindaco ha lanciato sfide importanti, alle quali adesso risponde presentando ambiziosi progetti. Solo con il tempo si potrà verificare la parte realizzativa.

Se è vero che gran parte degli Ottavianesi è stanca di attendere, i giovani in primis, è anche vero che la realizzabilità dei programmi dipende dalla serenità in cui si opera. Serenità che può essere data dalla fiducia, ampiamente accordata nelle elezioni dai cittadini, e da un controllo continuo, vigile, ma non troppo polemico, da parte dell’opposizione. «Lavoriamo tutti insieme – ha ribadito nel suo conciso intervento  Ferdinando Federico, consigliere della maggioranza, eletto con Libertà e Autonomia Noi Sud – per un unico scopo, riportare Ottaviano nel posto e nella considerazione che aveva un tempo. Uniamo le forze, maggioranza e minoranza, per un unico scopo, il bene di Ottaviano».

 

Carmelo Cutolo

Print Friendly, PDF & Email
Carmelo Cutolo

Autore Carmelo Cutolo

Carmelo Cutolo, giornalista pubblicista, dottore di ricerca in Filologia classica, docente di lettere nelle scuole di secondo grado, appassionato di poesia, di ciclismo e di calcio.