Nota del Consiglieri nazionali OdG Santimone e Cimino

Nota del Consiglieri nazionali OdG Santimone e Cimino

338
Santimone Cosimo e Vincenzo Cimino
Download PDF

Le dichiarazioni di Santimone e Cimino sulla presunta aggressione all’avv. Latessa

Riceviamo e pubblichiamo.

La violenza non è mai la reazione giusta. Adesso toccherà agli inquirenti fare piena luce sulla vicenda ed accertare eventuali responsabilità.

Ma se quanto denunciato dall’avvocato Andrea Latessa, presidente del Corecom, dovesse trovare conferma da parte degli organi di polizia, ciò rappresenterebbe un ‘unicum’ da condannare.

Come appreso nelle scorse ore, l’avvocato, presidente del Comitato regionale per le Comunicazioni, all’uscita dal suo studio, sarebbe stato aggredito da un editore locale.

Il motivo potrebbe risiedere nella esclusione dai benefici economici previsti dalla legge regionale a sostegno dell’editoria.

Ora sarà doveroso fare chiarezza su questa spiacevole circostanza che, se confermata, avrà provocato prima di tutto un danno ad un intero settore: quello dell’editoria molisana.

E dunque in virtù di quanto denunciato esprimiamo al presidente del Corecom la nostra totale solidarietà e nel caso in cui le indagini coinvolgano inequivocabilmente un iscritto all’ordine, chiediamo sin da ora l’intervento dell’ordine regionale dei giornalisti del Molise per valutare l’eventuale avvio di un procedimento disciplinare.

Ricordiamo a tutti, ancora una volta, che le istituzioni locali devono essere il primo avamposto sul territorio e soprattutto la sede naturale del dialogo e del confronto, questi ultimi elementi fondanti della democrazia. Non devono rappresentare luoghi di scontri e offese.

Episodi come quello che sarebbe accaduto nelle scorse ore e denunciato alla polizia dal presidente del Corecom, vanno sempre condannati con assoluta fermezza.

Ognuno di noi deve profondere il massimo dell’impegno possibile perché ci sia sempre la possibilità piena di esprimere le proprie idee, nel rispetto necessario ed imprescindibile delle diversità di opinioni e di posizioni ma sempre nella massima correttezza e soprattutto con un alto grado di civiltà.
Cosimo Santimone
Vincenzo Cimino

Print Friendly, PDF & Email