Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, Brianza a convegno EDI su nuovo portale su tumore al seno

Lombardia, Brianza a convegno EDI su nuovo portale su tumore al seno

211
Francesca Brianza

‘Ulteriore opportunità che la tecnologia mette a disposizione per prevenire e curare questa diffusa patologia che colpisce le donne’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

La Vicepresidente del Consiglio regionale Francesca Brianza, è intervenuta questa mattina, 11 dicembre, al convegno promosso da Europa Donna Italia, EDI, ‘Il nuovo portale sul tumore al seno’ una piattaforma digitale innovativa, completa con chatbot, geolocalizzazioni, testimonianze, risposte chiare, personalizzate e affidabili 24 ore su 24 per assicurare in ogni Regione efficaci programmi di screening mammografico e percorsi specifici per donne ad alto rischio.

Ha commentato la Vicepresidente del Consiglio regionale Francesca Brianza:

Grazie ai costanti progressi della ricerca scientifica la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata ma c’è ancora molto da fare per sconfiggere questo tipo di tumore.

L’opera di sensibilizzazione e informazione sulla popolazione femminile non può però prescindere dal coinvolgimento delle istituzioni, della comunità scientifica e delle associazioni di volontariato presenti sul territorio.

Il convegno, svoltosi presso lo Showroom Microsoft, oltre presentare le potenzialità che la Rete offre nel campo medico e sottolineare l’importanza delle Breast Unit sul territorio, ha voluto sensibilizzare l’attenzione delle istituzioni verso questa temibile patologia che in Italia colpisce una donna su otto nell’arco della vita e rappresenta la neoplasia più frequente nelle donne.

Anche il presidente della terza commissione Sanità e Politiche sociali Emanuele Monti, Lega, attraverso un messaggio, ha espresso sostegno all’iniziativa di EDI, sottolineando l’importanza del nuovo Portale

Per una aggiornata educazione alla prevenzione e alla qualità di cura del tumore al seno.

Europa Donna Italia nasce a Milano nel 1994 da un’idea del Professor Umberto Veronesi, con l’obiettivo di rispondere efficacemente ai bisogni crescenti delle donne rispetto alla patologia e per promuovere la diffusione dei centri di senologia multidisciplinari sul territorio.