Home Territorio ‘La solitudine si deve fuggire’ al Il Teatro cerca Casa

‘La solitudine si deve fuggire’ al Il Teatro cerca Casa

240
'La solitudine si deve fuggire' ph. Cesare Abbate

In scena il 12 gennaio a Santa Maria Capua Vetere (CE)

Riceviamo e pubblichiamo.

Sabato 12 gennaio alle 20:30, la rassegna itinerante Il Teatro cerca Casa si trasferisce a Santa Maria Capua Vetere (CE) con ‘La solitudine si deve fuggire’, testo scritto e diretto da Manlio Santanelli, interpretato da Federica Aiello.

Il monologo scritto e diretto da Manlio Santanelli racconta le vicende paradossali della professoressa Eufemia di Frattocchie, irriducibile zitella, che in gita scolastica al Museo di Frattocchie si ritrova alle prese con l’avvenenza della statua di un Apollo.

La professoressa, insegnante di storia dell’arte al liceo Papino Stazio, dà il via ad un’intima confessione con il pubblico sulla disavventura amoroso – sessuale, nonché feticistica e paradossale, che ne ha segnato l’esistenza.

Al Museo di Frattocchie, la donna viene infatti ammaliata dalla vista del famoso Apollo di Frattocchie e

in un momento di estatica contemplazione si ritrova nella mano un pezzo niente affatto secondario del mirabile reperto archeologico.

A proposito del testo, l’autore e regista rivela:

Se poi il cognome della professoressa corrisponde a quello dell’Apollo, la coincidenza non è casuale, ma proviene dallo sviluppo della vicenda messa in scena, sviluppo che in questa sede lasciamo sospeso. Ne consegue che il curioso di turno non potrà soddisfare la sua curiosità se non assistendo allo spettacolo.

Per assistere agli spettacoli è necessaria la prenotazione chiamando al 334-3347090 – 347-0963808 – 081-5782460, oppure attraverso il sito www.ilteatrocercacasa.it.
A chi prenota verrà rivelato l’indirizzo del luogo che ospita lo spettacolo.

Foto Cesare Abate