Home Rubriche Panorama geopolitico La Romania e la nuova equazione della sicurezza

La Romania e la nuova equazione della sicurezza

965
Romania


Download PDF

Nella nuova equazione di sicurezza, generata dalla guerra in Ucraina, la regione del Mar Nero è diventata estremamente importante dal punto di vista strategico.

È quindi naturale che il ruolo della Romania, Stato costiero sul Mar Nero, sia cresciuto sempre di più. La sicurezza oggi ha molti significati: dal militare, all’economico, alla sicurezza informatica e persino al sociale.

Al di là dell’effettivo conflitto sul terreno in alcune aree dell’Ucraina, la Federazione Russa ha condotto e sta conducendo una significativa guerra informativa contro molti stati, inclusa la Romania. Ecco perché le sfide a cui questo Paese deve rispondere sono molteplici e senza precedenti.

Sul piano militare, la Romania si è costantemente impegnata nelle riunioni dell’Alleanza Nord Atlantica, per il consolidamento del fianco orientale della NATO, aumentando la presenza militare alleata sul suo territorio, fatto che si è progressivamente tradotto in pratica.

Dal punto di vista della sicurezza energetica, la Romania ha un ruolo significativo nell’assicurare la stabilità regionale, diventando un vero e proprio nodo di diffusione del gas dal Mar Nero orientale all’Unione europea.

È noto quale coinvolgimento positivo abbia avuto il Paese nel contesto della crisi del grano in Ucraina, nonché l’importanza dei porti rumeni Constanța e Galați.

Di recente, si è parlato nuovamente di una possibile crisi del grano ucraino se la Federazione Russa non rispetterà più l’accordo alimentare.

L’attività diplomatica della Romania si è notevolmente intensificata, con Bucarest che ha assunto una politica estera proattiva e ha incoraggiato e sostiene tutti i formati diplomatici che possono contribuire a rafforzare la stabilità regionale ed internazionale.

Oltre agli incontri delle alleanze e degli organismi di cui fa parte, ha avviato anche formati diplomatici per sostenere la Repubblica di Moldavia nel suo percorso europeo. Allo stesso tempo, Bucarest è attivamente partecipe nel sostenere l’approccio europeista degli Stati dei Balcani occidentali.

Il coinvolgimento della Romania nel contrastare la guerra ibrida condotta dalla Federazione Russa è un passo estremamente importante.

In questo momento, la stabilità economica e sociale degli Stati del fianco orientale della NATO è fondamentale e, in tale prospettiva, Bucarest ha un ruolo sempre più importante, evidenziato anche dai numerosi partner occidentali della Romania.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Antoniu Martin

Antoniu Martin, storico e analista politico rumeno, specializzato nella storia recente e geopolitica. Ha pubblicato diversi libri sul comunismo rumeno e dell'Europa Orientale, nonché studi e articoli su argomenti di attualità nel campo delle relazioni internazionali.