Home Territorio ‘La Casa di Bernarda Alba’ al NEST Napoli est Teatro

‘La Casa di Bernarda Alba’ al NEST Napoli est Teatro

930


Download PDF

In scena il 3 novembre a San Giovanni a Teduccio

Giovedì 3 novembre, ore 21:00, nell’ambito del progetto “Vivi nel Ricordo” promosso dall’Assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, presso il Nest Napoli est Teatro di San Giovanni a Teduccio, Napoli, I Teatrini e f.pl. femminile plurale presentano La casa di Bernarda Alba di Federico Garcia Lorca, regia di Alessandra Asuni
collaborazione alla messinscena e drammaturgia del corpo di Marina Rippa.

Con Consiglia Aprovidolo, Maria Grazia Bisurgi, Valentina Carbonara, Mafalda De Risi, Fortuna Liguori, Annamaria Palomba, Tonia Persico, Ilaria Scarano, Marilia Testa.

Scene Marco Di Napoli, costumi Cinzia Virguti, disegno luci Marcello Falco, collaborazione alle scene e grafica Massimo Staich, assistente ai costumi Anna Patierno, direttore di produzione Hilenia De Falco, rganizzazione Anna Caruso, foto Daniela Capalbo.

Bisogna sempre interpretare estendendo la nostra anima sopra ogni cosa, scoprendo un’anima là dove non esiste, dando alle forme l’incanto dei nostri sentimenti; è necessario vedere nelle piazze solitarie le anime antiche che sono passate attraverso di esse, è imprescindibile essere uno ed essere mille per poter sentire le cose in ogni loro sfumatura. Bisogna essere religiosi e profani.
Federico García Lorca

Il lavoro è il risultato di uno studio cominciato a marzo 2015 e della residenza artistica a Sant’Angelo dei Lombardi, Avellino, di giugno 2016 per il Napoli Teatro Festival.
Il testo, nella traduzione di Vittorio Bodini, è messo in scena integralmente.

A 80 anni dalla tragica morte di Federico García Lorca, mettiamo in scena l’ultima sua opera: “La casa di Bernarda Alba”. Rarissimo incontrare in un’opera teatrale tanta sensibilità, profondità nel raccontare il paesaggio interiore femminile.
Un femminile che smania dal desiderio di esprimersi in ogni sua forma e un maschile evocato e rappresentato come qualcosa che ingigantisce l’ombra scura nelle protagoniste della storia. In tutte le donne della casa c’ è Bernarda con la sua aridità ma anche la nonna Maria Josefa con la sua “libertà” e il mare dentro.
Ago e filo. Cucire bianchi corredi, giorno per giorno, tramare la propria vita su telai illusori.
La casa come una prigione, come una grande cassa da morto in cui si è seppelliti vivi.
Alessandra Asuni e Marina Rippa

Ingresso libero fino a esaurimento posti
NEST Napoli est Teatro
Via Bernardino Martirano, 17
ex scuola Giotto-Monti
San Giovanni a Teduccio – Napoli

Print Friendly, PDF & Email